Gallery

Le foto del cast di "Smetto Quando Voglio - Ad Honorem" a 105 Friends

Neri Marcorè, Luigi Lo Cascio e il regista Sydney Sibilia hanno presentato il nuovo film a Tony & Ross.

Il cast di "Smetto Quando Voglio - Ad Honorem" a 105 Friends. La gang di folli ricercatori è tornata per un'ultima imperdibile avventura. Stiamo parlando della banda protagonista di “Smetto quando voglio”, di nuovo al cinema con l'ultimo capitolo di una trilogia di successo. Dopo i primi due episodi ("Smetto quando voglio", prequel del nuovo film, e "Smetto quando voglio - Masterclass") è uscito "Smetto Quando Voglio - Ad Honorem".

Il cast vede ancora una volta molti nomi importanti: Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Pietro Sermonti, Marco Bonini, Rosario Lisma, Giampaolo Morelli, Peppe Barra, Greta Scarano, Valeria Solarino. A completare questa squadra fenomenale, Neri Marcorè e Luigi Lo Cascio, ospiti assieme al regista Sydney Sibilia di Tony & Ross a 105 Friends.  

La storia. Pietro Zinni è in carcere e con lui tutta la banda. Ma non possono rimanerci a lungo perché in giro c’è Walter Mercurio (Luigi Lo Cascio) che è pronto a fare una strage e solo le migliori menti in circolazione possono fermarlo. Ma chi è Walter Mercurio? Cosa nasconde? Qual è il suo piano? La Banda si riunisce per l’ultima volta per affrontare il cattivo più cattivo di sempre. Ma non possono farcela da soli, stavolta avranno bisogno dell’aiuto del nemico storico, Murena (Neri Marcorè). Con lui dovranno evadere da Rebibbia per anticipare le mosse di Mercurio, cercando di capire come neutralizzare l’attacco che sta mettendo in piedi, un evento a cui parteciperanno centinaia di persone.

Un cattivo veramente forte quello interpretato da Luigi Di Cascio, che per interpretare Walter Mercurio non si è ispirato ai grandi villains della cinematografia americana, ma all'unico vero cattivo del cinema italiano: "Il Geometra Luciano Calboni, personaggio della saga di Fantozzi", ha dichiarato il trio. "Si tende a fare o sempre tutti i cattivi, come in Gomorra, oppure personaggi tutto un po' sfumati. È una cosa tipica della cinematografia europea. Gli americani, invece, amano la distinzione netta bene o male", ha commentato Sydney Sibilia a 105 Friends. 

Il capitolo "Ad Honorem" è stato girato in contemporanea con il secondo, "Masterclass". Come si fa a stare attenti ad ogni dettaglio lavorando in questo modo? "C'è una segretaria di edizione che controlla la continuity di tutto - ha spiegato il regista -. E poi noi l'abbiamo girato proprio in maniera integralista. A volte facevamo la mattina il due, il pomeriggio il tre, ad esempio. È stato un viaggio lunghissimo, otto mesi di riprese, anche in giro per il mondo, perché nel secondo c'era la Thailandia".

La commedia italiana, come testimonia questa trilogia, sta vivendo un periodo di rinascita. "È normale la ciclicità dell'industria cinematografica. Il problema è che non deve assecondare i gusti per il pubblico, cosa sbagliata, ma li deve prevedere. Devi predire un po' il futuro", ha chiosato Sibilia 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 InDaKlubb
 
105 Miami
 
Zoo Radio
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Zucchero
 
Webradio 105 Rap Italia
 
XMas Radio
 
Radio Bau & Co
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Story
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Jovanotti
 

Podcast tutti

Playlist tutte