Tutto News

Come si dice “ciao” nel resto del mondo?

Paese che vai… saluto che trovi. Ecco come si fa in giro per il mondo

Il saluto non è solo verbale, anzi: è accompagnato da gesti e ritualità tipici della località in cui ci si trova. La differenza non si limita al dire “ciao”, “bonjour”, “namaste” o “ni hao”, ma si estende all’uso delle braccia, delle mani, delle espressioni facciali e dei movimenti del corpo.

Two Little Fleas, sito inglese, ha pensato bene di realizzare un’infografica composta da quindici tipi di saluto tipici di quindici Paesi diversi, aggiungendone la spiegazione al fine di imparare a riprodurli. Il saluto è la base di qualsiasi relazione a prescindere dalla frontiera e se state programmando un viaggio questa piccola guida grafica vi tornerà utile.

Dal saluto tipico thailandese, il Wai, fino alla pratica diffusa in India di toccare i piedi agli anziani in segno di rispetto, passando per il pugno tipico degli Stati Uniti e il battito di mani degli Shona dell'Africa del Sud: eccole spiegate una ad una.

 

 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Story
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Vasco
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 HipHop & RnB
 
Radio Festival
 
105 2k & More!
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Hits
 

Playlist tutte