Music Biz / Foto

Gli USA al voto: la musica sta con Hillary Clinton!

Ieri sera Lady Gaga, Jon Bon Jovi, Bruce Springsteen, Beyoncé e Jay-Z hanno cantato per sostenere la candidata democratica. Madonna sul palco a NY ha detto: “Salvate questo Paese, per favore”.

Madonna: salvate questo Paese, per favore. Che il mondo della musica stesse dalla parte di Hillary Clinton, non c’era dubbio. Lo si è visto chiaramente anche ieri sera, la vigilia del temutissimo voto americano, un voto che più che mettere a confronto i valori degli schieramenti democratico e repubblicano sembra rivelare l’esistenza di due mondi incompatibili e forse destinati a uno scontro pericoloso.

E’ ciò che deve aver pensato la regina del pop Madonna, la quale, come promesso in un post su Facebook, si è esibita a sorpresa sulle note di “Imagine” di John Lennon e di hit evocative come “Express Yourself” e “Like a Prayer” dinnanzi a un nugolo di fan che l’hanno raggiunta nel cuore di Manhattan, a Washington Square Park, a due passi dal grande polo universitario NYU. “Per favore, per favore, venite”, ha detto Madge on stage, “Votate con il cuore, votate con la mente, votate con il vostro spirito, votate con la vostra anima. Salvate questo Paese, per favore. Votate per Hillary Rodham Clinton, cerchiamo di mantenere l’America il grande Paese che è”.

@Regrann_App from @secretagentm - - #regrann #madonna #madonnafans #madonnafamily #2016 #nyc

Un video pubblicato da Madonna Bible (@madonnabible) in data:

A Philadelpia con Bruce Springsteen e in Ohio con Beyoncé e Jay-z. Protagonista assoluto dell’ultima notte prima del voto nello Stato in cui Hillary è in netto vantaggio, in Pennsylvania, è stato Bruce Springsteen, rockstar che non ha mai nascosto il proprio disprezzo per la politica del candidato repubblicano Donald Trump. E mentre The Boss regalava alla folla una session davvero emozionante intonando tre classici del proprio repertorio, "Thunder Road", "Long Walk Home" e "Dancing in the park", i coniugi Jay-Z e Beyoncé, così come altre rap star del calibro di Chance the Rapper, Big Sean e J Cole hanno rinnovato, a suon di hit, il loro sostegno alla Clinton, noncuranti delle recenti critiche che Trump ha mosso nei loro confronti per il linguaggio esplicito delle loro canzoni.

“C’è stato un tempo in cui l’opinione di una donna non contava nulla”, ha detto Queen Bee dal palco, “Se eri bianco, nero, messicano, asiatico, musulmano, se possedevi un’educazione, ricco o povero che fossi, se eri una donna, non importava nulla, meno di cento anni fa le donne non avevano nemmeno il diritto al voto. Guardate quanta strada abbiamo fatto dal non poter votare alla possibilità di fare la storia eleggendo il primo presidente donna della storia. Dobbiamo votare, il mondo ci vede come un paese progressista che guida il cambiamento.. Voglio che mia figlia cresca vedendo una donna alla guida di questo Paese, che sappia che le sue possibilità sono infinite”. Al termine della performance, una volta guadagnato il centro del grande palcoscenico, Hillary Clinton ha declamato i versi di “My President in Black”, “Il mio Presidente è nero”, canzone che Jay-Z ha composto insieme ai colleghi Nas e Young Jeezy, e che recita: “Rosa Parks (leggendaria attivista afroamericana, ndr) sedette cosicché Martin Luther potesse camminare, e Martin Luther ha camminato perché Barack Obama potesse correre, e Barack Obama ha corso in modo che tutti i bambini possano spiccare il volo”.

L’ultimo appello in North Carolina con Lady Gaga e John Bon Jovi. La campagna elettorale di Hillary Clinton è culminata nell’ultimo comizio in North Carolina, dove accanto a lei, poco dopo la mezzanotte, c’erano - insieme all’ex Presidente Bill Clinton e alla figlia avuta da Hillary, Chelsea, nonché al Presidente uscente Barack Obama con la first lady Michelle - il rocker Jon Bon Jovi e Lady Gaga, entrambi grandi sostenitori della candidata democratica.

Ms. Germanotta, che sul palco è arrivata con un vestito di scena ispirato a Michael Jackson (molto criticato da chi ha intravisto una somiglianza con le divise naziste), non ha mai taciuto il proprio disaccordo con le posizioni di Trump, specialmente in materia di diversità. Recentemente aveva attaccato duramente su Twitter Melania Trump, la consorte di Donald, colpevole di aver speso parole di condanna nei confronti del bullismo. “Dire che ti schiererai dalla parte dell’anti-bullismo è ipocrita, tuo marito è uno dei bulli che abbiamo mai conosciuto. Voi ci dividete usando la paura e un linguaggio pieno di odio. Io amo chiunque in questo Paese e io voto Hillary Clinton per renderci uniti”. La parola agli elettori..

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Festival
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Story
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Hits
 
Radio Bau & Co
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 HipHop & RnB
 
105 Classics
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Prince
 
105 InDaKlubb
 
105 2k & More!
 

Playlist tutte