Music Biz

Sanremo 2018, il meglio della terza serata: guarda le foto

La polemica Michelle - Selvaggia, l'inglese di Favino, la performance di James Taylor e Giorgia, i duetti di Baglioni con Negramaro e Virginia Raffaele, la scollatura di Noemi.

Tanti duetti di Baglioni, la magica partecipazione di James Taylor, Michelle «badante svizzera» e Favino sempre più internazionale: è stata una terza serata piena di eventi e cose da raccontare. La gag inaugurale, dopo l'esibizione di Baglioni, è stata di Favino: «Non vogliamo andare in paradiso se lì non si vede il mare», declama l'attore, ma sono le parole di un pezzo di Baglioni, Noi no. Claudio fa finta di risentirsi, ma Favino va avanti: «In cielo accetteranno comete come te», dalla stessa canzone. Velata allusione all'onnipresenza del repertorio di Baglioni al Festival? Poi Favino si è anche emozionato, ha fatto un bel po' di confusione al momento di spiegare il regolamento del voto: «Ho fatto casino», ammette. Succede.

Michelle Hunziker ha iniziato la serata in un abito di Trussardi, suo marito, e ha confessato che da bambina voleva fare «l'interprete alla NASA». Favino ha fatto anche una gag in inglese (sempre impeccabile, anche quando dialoga con gli ospiti), con presentazione «alla Steve Jobs» alla fine della quale viene mostrato il nuovo prodotto, una versione robotica del conduttore Claudio Baglioni, il BaglionOne, che però si inceppa sempre su Porta Portese. Qui è scattata anche un'accusa di omofobia per Favino, che ha mostrato una foto di Conchita Wurst con fare decisamente derisorio. Non bello.

L'esibizione di Virginia Raffaele, a inizio serata, è stata invece uno dei momenti più divertenti del Festival finora. Tra le battute da conservare: «Ci sono più MILF all'Ariston che alle terme di Saturnia», «Sei stato il primo emo della storia» rivolto a Claudio Baglioni, del quale, secondo Virginia, la prima fidanzata sarebbe stata la ballerina dello Stato Sociale. Michelle è stata anche definita «la badante svizzera». Questo fuoco di fila di battute ha anche risvegliato la verve comica dello stesso Baglioni, che a un certo punto si è lanciato nell'imitazione dell'imitazione che Virginia fa di Belen Rodriguez.

Tra i fatti degni di nota, da segnalare Lo Stato Sociale che ha dimostrato solidarietà ad alcuni operai della FIAT incollandosi i loro nomi sulla giacca, la scollatura di Noemi e la rabbia di Fabrizio Moro, sfogata tutta nell'interpretazione durante l'esibizione della canzone con Ermal Meta, mente alla fine non una parola che non fosse grazie al pubblico.

Il momento Michelle della serata è stato invece l'esibizione di tutte donne e canzoni femminili, cominciata con un siparietto che voleva fingere di essere una contestazione improvvisata nata in mezzo al pubblico. «Michelle, perché canti I Maschi? E alle donne non pensi?», mentre lei provava a fare un omaggio a Gianna Nannini. Ma era una gag per dare il via al numero, un medley collettivo di donne che cantano canzoni sulle donne, un momento così sentito da Michelle che, dopo la successiva esibizione di Noemi, ha ripreso la parola per ringraziare tutti quelli che hanno collaborato alla riuscita della cosa, che era una risposta alle accuse di Selvaggia Lucarelli contro la sua associazione. E infatti la destinataria del messaggio ha colto e risposto su Twitter: «In un paese normale, se un quotidiano nazionale ti chiede di mostrare bilanci e lista delle cose fatte dalla tua associazione in difesa delle donne, rispondi con dei documenti, non con una canzoncina sul palco».

I Negramaro invece hanno avuto la loro rivincita, cantando Mentre tutto scorre ignorata a Sanremo più di dieci anni fa, anche se nel frattempo sono diventati uno dei gruppi pop italiani più amati, che all'Ariston viene solo da Super ospite. A Baglioni, Giuliano Sangiorgi ha dedicato un accorato elogio: «C'eri sempre nella mia vita, sono nato che suonava i 45 giri di Questo piccolo grande amore». A Baglioni hanno strappato la promessa di un duetto live negli stadi e con lui hanno cantato un'intensa versione di Poster. Molto bello anche il duetto di James Taylor e Giorgia su You've Got a Friend. Taylor poco prima aveva anche cantato l'altro grande classico del suo repertorio, Fire and Rain. Nel pomeriggio aveva dichiarato di non conoscere Claudio Baglioni, ma ha decisamente onorato il suo Festival.

Ed ecco la classifica finale, secondo la sala stampa.

Fascia blu: Max Gazzè, Lo Stato Sociale, Ermal Meta e Fabizio Moro.

Fascia gialla: The Kolors, Luca Barbarossa, Enzo Avitabile e Beppe Servillo.

Fascia rossa: Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Mario Biondi, Giovanni Caccamo, Noemi.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Pino Daniele
 
Zoo Radio
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Classics
 
Radio Bau & Co
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 2k & More!
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Story
 

Playlist tutte