tutto news

Il piccolo Matteo inventa la parola "petaloso" e la Crusca l'approva

Matteo, grazie all'aiuto della maestra, ha ricevuto l'ok dall'Accademia per l'espressione "petaloso".

Chissà a quanti piccoli studenti sui banchi delle scuole elementari è capitato di usare una parola inesistente, finendo magari nel mirino delle risatine dei compagni di classe. A Matteo, invece, è andata diversamente. Tutto merito della sua maestra, Margherita Aurora, che correggendo l’esercitazione della classe terza della scuola elementare Marchesi di Copparo (Ferrara), si è imbattuta nella nuova parola coniata dal piccolo scolaro, “petaloso”, espressione con cui Matteo ha provato a descrivere un fiore pieno di petali.

L’insegnante, però, al posto di segnalare l’errore al piccolo, ha preso carta e penna e ha scritto all’Accademia della Crusca, l'istituto nazionale per la salvaguardia e lo studio della lingua italiana, per sottoporre agli studiosi il neologismo inventato da Matteo. Questa è storia di qualche tempo fa.

Già perché ieri, come ha segnalato la stessa maestra attraverso il suo profilo Facebook, è arrivata la risposta dall’Accademia. “Qualche settimana fa, durante un lavoro sugli aggettivi, un mio alunno ha scritto di un fiore che era "petaloso" – ha spiegato Margherita Aurora sul social network - La parola, benché inesistente, mi é piaciuta, così ho suggerito di inviarla all'Accademia della Crusca per una valutazione. Oggi abbiamo ricevuto la risposta, precisa ed esauriente. Per me vale come mille lezioni di italiano. Grazie al mio piccolo inventore Matteo.

L’istituto fiorentino ha approvato la nuova parola, complimentandosi con Matteo e sostenendo che è “ben formata e potrebbe essere usata in italiano così come sono usate parole formate nello stesso modo (ed. peloso). La tua parola è bella e chiara. Ma sai come fa una parola ad entrare nel vocabolario? Perché entri in un vocabolario, bisogna che la usino tante persone e tante persone la capiscano – ha spiegato l’Accademia - Se riuscirai a diffondere la tua parola tra tante persone e tante persone in Italia cominceranno a dire “Come è petaloso questo fiore”, ecco allora petaloso sarà diventata una parola dell’italiano».

Vista la viralità con cui si è propagata la notizia sul web nelle ultime ore, scommettiamo che “petaloso”, diventato intanto un popolare hashtag su Twitter, entrerà molto presto nel vocabolario italiano. Complimenti Matteo!

Tra i supporter della nuova parola abbiamo anche Tony e Ross che ne hanno parlato stamattina durante 105 Friends!

Ma non solo...iniziano già a comparire in rete i "brand" che "cavalcano" le TT di #petaloso.
Twitter è un'esplosione di petali colorati o forse dovremmo dire di "fiori petalosi"! ;-)

Una "special mention" va a Stefano Guerrera gestore della pagina Facebook "Se i quadri potessero parlare" che ha perfino dedicato un quadro alla nuova parola del piccolo Matteo ricevendo i ringraziamenti dall'account Twitter dell'Accademia della Crusca.

Donna che tiene un fiore (#petaloso) - Augustus Jules Bouvier (1850) Scusa Accademia della Crusca, l'hai voluto tu! #diffondiamolaparolapetaloso

Pubblicato da Se i quadri potessero parlare su Martedì 23 febbraio 2016

h.11.44 piccolo aggiornamento Si è aggiunto anche il Matteo Renzi all'ondata di "petalosi" su Twitter (nella gallery)

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Bau & Co
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 2k & More!
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 Classics
 
105 HipHop & RnB
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Zucchero
 
Radio Festival
 
105 Story
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Coldplay
 

Podcast tutti

Playlist tutte