Una vita da Leone

Il re del trash Leone Di Lernia ci ha appena lasciato. Il ricordo del direttore di Radio 105 Angelo De Robertis.

Una vita da Leone

Ho conosciuto Leone grazie a un jukebox. Era la metà degli anni Settanta, lui cantava "I Gotcha” di Joe Tex, ribattezzata “Gaccia ad'avè” nel suo inconfondibile stile trash-demenziale in lingua anglo-pugliese, ma sembrava un vero soulman. Fu in quel bar, tra una partita a flipper e una a calcio balilla con gli amici, che sentii per la prima volta la sua voce. La parodia di quel brano, lanciato quando non immaginavo certo che prima o poi le nostre carriere, e le nostre vite, si sarebbero incrociate, era il primo di una serie infinita di successi di Leone, successi che mi avrebbero accompagnato negli anni a venire.

Fu invece in Tv che scoprii che aspetto aveva: lo vedevo apparire in un angolino del monoscopio, intento, come suo solito, a infilarsi in qualche inquadratura nel bel mezzo di un collegamento dalle tribune dello Stadio di San Siro. Era un PR nato, il miglior rappresentate di se stesso. E riusciva a intrufolarsi ovunque per farsi fotografare accanto a ai personaggi più famosi dell’epoca, sempre fiero, come lo è stato per tutta la sua lunga carriera, delle sue conquiste. Negli anni in cui gli smartphone non erano nemmeno un miraggio, Leone girava con le tasche piene di Polaroid che lo ritraevano insieme con le celebrità più importati e famose d’Italia e del mondo. C'erano davvero tutti, ad eccezione, forse (!), del Papa.

Leone trattava tutti come se lo conoscessero da sempre e la sua velocità nel fare amicizia era formidabile: entrava immediatamente in contatto con chiunque lo incontrasse e riusciva sempre a creare una relazione personale, senza superbia quando si trovava al cospetto della gente comune e senza alcun timore reverenziale quando aveva a che fare con chi contava davvero. E senza filtri, proprio come le sue canzoni. Era capace di infilarsi ovunque. Facendosi amare da chiunque. Ricordo un giorno, nel 1998, quando Milano si preparava ad accogliere gli MTV EMAs: trovare i biglietti per lo show era praticamente impossibile anche per i numeri uno dell’industria dello spettacolo, ma non per lui, che nel bel mezzo del pomeriggio mi telefonò mentre assisteva indisturbato all’interno del Forum di Assago alle prove generali della performance di Madonna. Madonna, capite? Come era riuscito ad entrare forse non lo sapeva nemmeno lui, ma sono sicuro che in quel pomeriggio fortunato Leone si è lasciato una scia di persone sorridenti dietro di sé, tra addetti ai lavori e alti dirigenti della discografia. E, chissà, magari persino la Regina del pop!

Alla radio, Leone Di Lernia ha fatto tutto. E ha lavorato con tutti. Dei suoi innumerevoli programmi onair, e personalmente credo che come conduttore e come ospite abbia trasmesso almeno con il cinquanta percento dei dj FM, ne ricordo in particolare tre: gli inizi con il maestro Renzo Arbore, l’appuntamento con il grande Fausto Terenzi e la collaborazione ventennale con Marco Mazzoli, il suo grande amico Marco Mazzoli, allo Zoo di 105, il programma al quale Leone ha dato di più e dal quale ha ricevuto più che da qualsiasi altro show. Non c’è dubbio.

Leone amava andare in onda e in particolare amava fare la radio. Ovunque lo si posizionasse nel nostro palinsesto, di giorno o di notte, in settimana o nel weekend, per lui era sempre il programma più bello e importante della radio. E tutti lo dovevano sapere: i colleghi, la gente per strada e, in anni più recenti, i suoi “follower” sui social network. Leone era fiero dei propri successi e si stupiva, incredulo, del grande affetto che il pubblico gli dimostrava costantemente. Mi diceva: “Auzz! Ieri ho fatto una serata, c'erano 100mila persone!". Per lui erano sempre in centomila, anche quando, raramente, erano poche centinaia. A chi lo ha conosciuto bene, o a chi lo ha semplicemente incrociato, ha raccontato la propria storia: la guerra, la povertà e la fame degli anni più difficili, il viaggio dall’amata Trani a Milano per iniziare, con la moglie Nenna Rosa, quella grande avventura che è stata la sua vita, e naturalmente il successo. Un successo riconosciuto da tutti e del quale era fiero. Leone amava definirsi il re del trash, e quando calava il sipario, la vita diventava il suo palcoscenico, un’eterna ribalta che faceva di lui una vera rockstar, l’uomo più vero che io abbia mai conosciuto. E come ogni rockstar che si rispetti, amava circondarsi di belle donne, anche se in cuor suo l’unica donna della sua vita è sempre stata Nenna Rosa, la mamma dei suoi figli.

Leone per me era un artista puro e un esempio di vita: di lui ho ammirato e continuo ad ammirare il talento, la tenacia, la determinazione, la capacità di superare ogni momento, anche il più difficile e doloroso, con positività, e senza mai sacrificare ironia e autoironia. Ripensandoci oggi che Leone se ne è andato, posso dire di non aver mai visto tutte queste qualità in un’unica persona, specialmente nel mondo dello spettacolo, dove giudizi, critiche, invidie e gelosie sono all'ordine del giorno e dove andare al tappeto è davvero facile. Ma non per lui, Leone Di Lernia. Per questo ho voluto ricordarlo così, con una piccola istantanea dell’immagine che ho di lui e che rimarrà sempre nel mio cuore. Potrei parlarne all’infinito, perché i ricordi sono tanti, e gli aneddoti sui momenti di gioia e sui nostri scontri, spesso surreali, manifestazioni quotidiane di un rapporto di amore-odio durato una vita intera, sono innumerevoli. Ma preferisco fermarmi qua e salutarlo con uno dei suoi gridi di battaglia, il più famoso di tutti: ‘AUZ Leone!!!’

Arrivederci grande Leo, buon viaggio. Ci mancherai davvero tanto.
Un abbraccio di cuore dal tuo direttore 
Angelo De Robertis

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 2k & More!
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Dance 90
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Story
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 InDaKlubb
 
105 Miami
 
105 Classics
 
Radio Bau & Co
 
105 HipHop & RnB
 

Podcast tutti

Playlist tutte