Indigestioni pericolose: così re Michael ha festeggiato il principe del Brunei

Il re del pop al suo arrivo a Londra
Londra – Il principe Azim, rampollo del Sultano del Brunei, voleva una festa di compleanno, il 25esimo, che nessuno potesse dimenticare. E sicuramente Michael Jackson non la dimenticherà.
I soldi, per il facoltoso rampollo dei regnanti del ricco Stato del Borneo, non sono mai stati un problema. Anzi. Non molto tempo fa, solo per il gusto di omaggiare come si usa dalle sue parti una delle sue cantanti preferite, recapitò Mariah Carey una collana e un anello di diamanti del valore di 5,7 milioni di dollari. Per qualcuno si trattò di un gesto folle, per altri di un tentativo di approccio consigliato dal potente genitore, il Sultano, un uomo accorto negli affari quanto, si dice, insaziabile in amore.

Ebbene, a molti degli ospiti del mega-party del ragazzo, oltre duecento tra celebrità, vip ed esponenti del jet-set internazionale, è stato promesso un generoso compenso. Ma se all’anziana Dionne Warwick è stato corrisposto un cachet di 500mila dollari per intonare un bouquet di romantici evergreen, il re del pop ha incassato quasi 10 milioni di dollari, circa 7 milioni e 350mila euro, solo per esserci. Una bella sommetta, ma se la sarà meritata? Smbra infatti che Jacko, giunto una settimana fa nella capitale britannica in compagnia dei suoi tre bambini, si sia dovuto eclissare dal ricevimento perché colto da un violento attacco di nausea. “Mi sento male”, avrebbe detto la superstar a un suo collaboratore prontamente interpellato dal Mirror, “Devo andare in bagno a vomitare. Voglio andare adesso! Per favore, chiama il Principe, voglio salutarlo, mi sento così malato e stanco. Penso sia stato il cibo. Mi sento terribilmente”.

Diversi testimoni oculari hanno confermato che il divo nero, attualmente al lavoro su un nuovo album, non si reggeva in piedi. La causa del malore, tuttavia, non sarebbe da ricercare nel cibo, e nemmeno in uno dei tanti virus influenzali che affliggono le grandi metropoli, ma in un’abbuffata di merluzzo e patatine fritte che il cantante si sarebbe fatto recapitare alla festa. Forse il menù a disposizione, vale a dire 15 chili di ostriche, salmone scozzese, filetto di manzo, frutta esotica e altre prelibatezze, non era di suo gradimento. O forse, sostengono i maligni, il divo di Thriller ha esagerato con i drink di tequila e vodka della casa.

Crepi l’avarizia, il buon Azim è soddisfatto, e l’assegno destinato a Jackson lo riteneva, e continua a ritenerlo, denaro ben speso. A scanso di equivoci, non tutti gli invitati del Principe erano pagati. C’era l’ex top-model – e signora Jagger (!) - Jerry Hall, Pamela Anderson, Faye Dunaway, le turbolente Naomi Campbell e Kate Moss, Don Johnson e lo stilista Roberto Cavalli, che guarda caso è il nuovo sarto di Michael Jackson. Grande assente Barbra Streisand, una delle poche stelle a non aver accettato l’invito di Sua Altezza.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Bau & Co
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Vasco
 
Radio Festival
 
105 Story
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Hits
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Coldplay
 

Playlist tutte