Prince: nuovo album gratis in Inghilterra. I commercianti insorgono.

Prince Roger Nelson sfida il Regno Unito
Prince, l’imprevedibile folletto di Minneapolis, ha messo a segno un altro dei suoi colpi gobbi. Lo stesso artista, geniale e visionario, che combatté una battaglia lunga dieci anni contro il colosso discografico (la Warner Brothers) con cui condivise le pubblicazioni più fortunate della sua carriera e che oggi si serve della concorrente SonyBmg per la distribuzione globale della nuova musica, si è reso protagonista di una prodezza commerciale davvero sorprendente. Quale? A poche settimane dall’uscita del nuovo, attesissimo album Planet Earth, il piccolo grande funk-maker del Minnesota ha siglato in segreto un contratto con il quale si impegna a distribuire due milioni di copie del disco come allegato gratuito (!) del Mail on Sunday, uno dei giornali britannici più popolari. Ciò significa che i lettori della testata avranno il cd di Prince prima che questo arrivi nei negozi e senza sborsare nemmeno una sterlina.

Il motivo del gesto - forse garantirsi un fatturato anticipato dall’editore del giornale, o forse sfidare le regole di un mercato che non premia certo la qualità dei dischi e le superstar che hanno fatto la storia del cosiddetto music-biz - non è stato rivelato, ma le conseguenze sì. Innanzitutto quelle riguardanto la SonyBmg, che ha deciso di cancellare la distribuzione nei negozi inglesi di Planet Earth: “Prima che firmasse questo contratto”, ha rivelato il portavoce del dipartimento britannico, “(Prince) aveva diversi altri contratti da valutare, incluso uno che prevedeva di dare l’album agli spettatori dei suoi show allo 02 di Londra. Del contratto con il ‘Mail on Sunday’ non si sapeva nulla finché non è venuto alla luce qualche giorno fa. Considerato ciò, abbiamo deciso che sarebbe stato ridicolo avere un contratto (di distribuzione nei negozi) per il Regno Unito quando due milioni di persone possono avere il disco gratis col giornale. Noi non vogliamo prendere in giro i nostri partner commercianti, così, al di fuori del nostro rispetto per essi, noi non pubblicheremo l’album lì (in Inghilterra, ndr)…”. Una decisione irrevocabile, ma divulgata con parole decisamente indulgenti: “Ciò non cambia il fatto che noi siamo onorati di lavorare con lui (Prince) e l’accordo globale non ne risentirà. Questa è un’eccezione solo per il Regno Unito”.

Legittimamente indispettito, invece, il vicepresidente dell’Entertainment Retailers Association (l’associazione dei commercianti dell’industria dell’intrattenimento, in particolare dei negozianti di dischi), Mr. Paul Quirk, che ha tuonato: “Questo è un solo un altro esempio della dannosa cultura dilagante che sta distruggendo ogni percezione del valore dei dischi. L’Artista un tempo conosciuto come Prince dovrebbe sapere che con comportamenti come questo lui sarà presto l’Artista un tempo disponibile nei negozi di dischi”. Solidarietà a Quirk da parte di Simon Fox, boss della catena di negozi HMV: “Penso che (fare ciò che vuole fare Prince) sarebbe folle. Non posso credere che l’industria musicale sia d’accordo”. <
E invece il sito ufficiale dell’artista parla chiaro: dal 15 luglio il cd sarà gratis per i lettori del Mail on Sunday. Per tutti gli altri, inclusi i fan italiani, il disco sarà venduto nei negozi dal 24 luglio.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Vasco
 
XMas Radio
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 HipHop & RnB
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Story
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Hits
 
Zoo Radio
 
105 Miami
 
105 Dance 90
 
Radio Festival
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 
Webradio 105 Rap Italia
 

Playlist tutte