Caso Jackson: fu omicidio, ma di secondo grado. Rinviato a giudizio, il “dottor morte” rischia 4 anni di carcere.

Il dottor Murray, 56 anni, durante un'udienza preliminare
Non fu omicidio doloso. Insomma, quella sera maledetta, il 25 giugno del 2009, il dottor Conrad Murray, o come lo chiamano i fan di Michael Jackson il “dottor morte”, non voleva uccidere il suo celebre paziente. Ragion per cui, ora che le indagini sono concluse e la prova che la superstar di Thriller morì per una overdose di Propofol (Un potente anestetico il cui uso domestico è assolutamente vietato) c’è, il capo d’imputazione è di omicidio involontario, cioè colposo, e non già, come si disse qualche tempo fa, preterintenzionale. Per questo Mr. Murray rischia 4 anni di carcere, una previsione di pena che uno dei fratelli di re Michael, il 55enne Jermaine, ha giudicato “insufficiente”.

La prima udienza il 5 aprile. Nel frattempo, alla faccia della sicurezza pubblica, il dottor Murray, rimasto a piede libero dopo aver corrisposto la cauzione di 75mila dollari, potrà continuare a esercitare la professione medica. A condizione, ha detto con tono severo il giudice della Corte Superiore che lo ha rinviato a giudizio, che non somministri sedativi ad alcun paziente. Proprio in queste ore, il tabloid britannico The Sun, ha pubblicato una fotografia che ritrae il controverso medico sul sagrato della cripta dove riposa Jackson, nel cuore del Forest Lawn Memorial. “Gli piace andarci quando c’è pace per riflettere e per onorare Jackson”, ha detto il suo portavoce.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 2k & More!
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Prince
 
105 HipHop & RnB
 
105 Dance 90
 
105 Story
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Miami
 
Radio Festival
 
Zoo Radio
 
Radio Bau & Co
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Vasco
 

Playlist tutte