Michael Jackson "re di denari": il processo contro il "dottor morte" va in Tv

Michael Jackson, 1958 - 2009
Michael Jackson per sempre “re di denari”. Quando era in vita lo chiamavano “Re del pop”, e qualche volta, complice la sua capacità di trasformare tutto ciò che toccava in oro, i media amavano ribattezzarlo “Re Mida dello spettacolo”. Eppure, né quando cominciò il suo declino, scandito dalle udienze di un processo per pedofilia che dopo due lunghi anni portò a una sentenza di non colpevolezza, né quando, in seguito, risalì la china imbastendo lo show stellare che avrebbe dovuto riportarlo sulle scene, nessuno osò immaginare che Michael Jackson potesse valere più da morto che da vivo. 310 milioni di dollari, questa è li cifra che gli eredi del compianto divo nero avrebbero incassato da quel maledetto 25 giugno del 2009, quando il cuore di Jackson si fermò in seguito alla somministrazione, da parte del suo medico personale, il Dottor Conrad Murray, di un potente anestetico il cui uso è vietato fuori dai protocolli medici autorizzati nelle sale operatorie.

Videogiochi, dischi, film e diritti d’autore, questo è il patrimonio del colosso multimediale costituito dagli eredi di Michael l’indomani della sua scomparsa. E, come si dice, ce n’è davvero per tutti. Ce n’è abbastanza per soddisfare i creditori della superstar americana, che si dice abbia accumulato in vita un debito di circa 400 milioni di dollari, ma ce n’è soprattutto per i successori testamentari, e naturalmente per l’industria dell’intrattenimento e i media di tutto il mondo che potranno nutrirsi più o meno indirettamente, e per un bel pezzo (!), chi dei successi postumi, chi dell’indotto mediatico che di volta in volta si svilupperà. E se la promozione del primo album “post mortem” intitolato Michael sta procedendo a gonfie vele sulle note del secondo singolo Hollywood Tonight, dietro l’angolo c’è il nettare più appetitoso della primavera 2011, il processo per omicidio colposo contro il Dottor Murray, che secondo quanto riportato dalla CNN verrà trasmesso in Tv.

Dal 24 marzo, il “dottor morte” sarà processato in diretta Tv, manna per i colossi televisivi planetari e per la fabbrica del gossip più spregiudicato. E il piatto, anche stavolta, è ricco. Molto ricco. Perché oltre alla rappresentazione del presunto crimine, e cioè l’omicidio colposo, del quale è accusato Conrad Murray (Medico che fino all’esito del procedimento non potrà esercitare la professione in California, ma che essendo a piede libero su cauzione sta continuando a esercitarla in Nevada e in Texas), sentiremo parlare la donna con la quale Murray avrebbe nervosamente flirtato al telefono proprio mentre il cantante era in agonia, ascolteremo le testimonianze dei figli di Jackson e degli altri testimoni oculari del fatto, e sapremo tutto, probabilmente molto più del necessario, degli ultimi giorni di vita di Re Michael. Il Peter Pan della musica e della danza che voleva vivere in eterno..

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 HipHop & RnB
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Hits
 
Radio Festival
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 InDaKlubb
 
105 Classics
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 Story
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Vasco
 

Playlist tutte