Justin Timberlake: a Cannes per "la" Casablanca

Sulla Croisette c'è anche il protagonista di "Spinning Gold", film – in lavorazione – sulla storia della gloriosa etichetta che lanciò Donna Summer, Village People e Cher

Justin Timberlake, classe 1981

Sulla Croisette c'è anche il giovane cantante e attore di Memphis, protagonista di "Spinning Gold", film - in lavorazione - sulla storia della gloriosa etichetta che lanciò Donna Summer, Village People e Cher

Justin Timberlake fa sorridere la Croisette. Riconquistato il trono di superstar con la pubblicazione del terzo album “The 20/20 Experience”, il ragazzo d’oro del pop, consorte da qualche mese della bella Jessica Biel, torna a occuparsi della sua seconda passione, il cinema, e lo fa con una serie di parodie estemporanee improvvisate sotto il cielo della cittadina francese sulle note di hit intramontabili. La parola d’ordine è “promozione”. Perché, qualche palco migliore del Festival di Cannes può scegliere un artista come lui per attirare l’attenzione di pubblico e media planetari sulla sua prossima pellicola? Il film si chiamerà Spinning Gold e narrerà la vera storia della Casablanca Records, etichetta fondata nel 1975 dal visionario Neil Bogart. Visionario, ma sfortunato, perché sebbene negli anni Settanta la gloriosa label pubblicò album leggendari di icone della musica come Cher, Village People, Kiss, Donna Summer e Parliament (Il gruppo capitanato dal pioniere del funk George Clinton), Bogart scomparve a soli 39 anni in seguito a una brutta malattia. Non a caso, c’è proprio uno dei suoi figli, Timoty Bogart, dietro a questa produzione ancora tutta da imbastire. E non a caso è proprio grazie all’interesse che il progetto susciterà in questi giorni a Cannes che lui e il produttore Mark Damon, già certi della partecipazione – artistica e finanziaria (!) - di Timberlake, cercheranno di assicurarsi nuovi investitori.

Nel nome di Donna Summer e dei Village People. Il film racconterà l’ascesa di superstar che hanno scritto alcune delle pagine più belle delle scene rock, disco e funk alla vigilia dei ruggenti anni Ottanta, decennio in cui, morto Bogart, la Casablanca continuò a dominare il mercato discografico internazionale con personaggi come Dusty Springfield e i Cameo (Lanciati dalla sussidiaria Chocolate City Records) e con best seller come la colonna sonora del film “Flashdance”. Lo sa bene il giovane Timberlake, perfettamente consapevole del profilo glamour di questa pellicola. Senza contare quanto curiosi possano rivelarsi gli aneddoti che accompagnano la realizzazione di album come Love To Love You Baby, disco che – grazie anche al contributo dell’illustre Giorgio Moroder – tra le varie tracce snocciolava la famigerata versione “extended” dellla title-track nella quale l’allora 27enne Donna Summer simulava, tra un vocalizzo e l’altro, un interminabile orgasmo. Mica male per il ’75..

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Classics
 
Radio Bau & Co
 
105 2k & More!
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Hits
 
105 Dance 90
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Zoo Radio
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Story
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Vasco
 

Podcast tutti

Playlist tutte