L'hip hop è morto? Non in Italia!

Concerti annullati e prevendite deludenti: la crisi del rap colpisce gli Stati Uniti. Ma non il Bel Paese, dove oggi le "rime" conquistano il grande pubblico.

La copertina del disco di Nas "Hip Hop Is Dead"

Concerti annullati e prevendite deludenti: la crisi del rap colpisce gli Stati Uniti. Ma non il Bel Paese, dove oggi le "rime" conquistano il grande pubblico.

L’hiphop è morto?. Se si osservano attentamente le classifiche musicali di tutto il mondo, l’hip hop sembra godere di grande salute, forte di un cospicuo numero di hit che, giorno dopo giorno, in radio, nei club o nei negozi di dischi, specialmente digitali, conquistano il favore del pubblico. Sul palcoscenico, tuttavia, il genere sembra vivere un periodo di crisi, specie negli Stati Uniti, la patria del rap, ma anche in Paesi come l’Australia, dove le rime e i beat a stelle e strisce hanno influenzato una pluralità di artisti locali. Fanno eccezione, bontà loro, fenomeni come Justin Timberlake, Jay-Z, Timbaland, Pharrell Williams, i Roots o KanYe West, capaci ancora oggi di inanellare una lunga serie di spettacoli sold-out. Questione di qualità? Probabile. Senza contare che i prezzi dei biglietti degli show non vanno sempre proprio a braccetto con la crisi. Poco tempo fa, per esempio, ha destato scalpore la cancellazione delle tappe a Washington e New York del “Rock the Bells”, festival itinerante con un cartellone di tutto rispetto che snocciolava star del calibro di Kendrick Lamar, Wu-tang Clan, Rakim e ASAP Mob. Troppi biglietti invenduti, ecco la causa della cancellazione, un fenomeno che, in Australia, ha colpito anche le cinque tappe live di Pitbull “in tandem” con la ragazzaccia del pop Ke$ha. Destino infausto anche per il “Moviment Festival”, evento itinerante al quale avrebbero dovuto partecipare Nas, 2 Chainz, Spit Syndicate e molti altri artisti di grosso calibro.

L’età d’oro dell’hiphop italiano Alla crisi del rap in lingua inglese fa da contraltare la scena italiana, che sembra proprio stia vivendo un momento magico, con un gran numero di artisti capaci di richiamare migliaia di fan. Basti pensare al successo del recente Hip Hop TV B-day Party, al Mediolanum Forum di Assago, alle porte di Milano, ma anche alle continue e trionfali uscite discografiche e alle crescenti collaborazioni dei nostri rapper con artisti di tutt’altra estrazione, o che, come ha fatto recentemente Max Pezzali, riscoprono le proprie radici hiphop rileggendo se stessi con la collaborazione dei migliori MCs sulla piazza.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Story
 
MUSIC STAR Vasco
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Hits
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Classics
 
105 2k & More!
 
105 InDaKlubb
 
105 HipHop & RnB
 

Playlist tutte