Eminem: social network? No grazie.

Il rapper, al top delle classifiche con il nuovo album "The Marshall Mathers LP2", è su Facebook e Twitter. Ma precisa: "Li uso poco sennò starei sempre a litigare con la gente"

Oltre 77 milioni di likes sulla pagina Facebook di Eminem

Il rapper, al top delle classifiche con il nuovo album "The Marshall Mathers LP2", è su Facebook e Twitter. Ma precisa: "Li uso poco sennò starei sempre a litigare con la gente"

Social, ma non troppo. Social network ok, ma senza esagerare. Questo, in soldoni, il pensiero di Eminem riguardo alle cosiddette piattaforme sociali, realtà viceversa molto importanti – anzi fondamentali – per il successo della gran parte delle stelle della musica, specialmente per le giovani icone pop come Rihanna, Lady Gaga, Beyoncé e Katy Perry (la più seguita su Twitter in assoluto). A differenza delle colleghe, capaci di “postare” online, ciascuna sul proprio profilo, ogni sorta di scatto o autoscatto, specialmente se pruriginoso o provocatorio, il rapper di Detroit continua a nutrire una certa diffidenza nei confronti di quei siti web, al punto da utilizzarli con distacco. “Cosa penso dei social media? Ci sto tutto il giorno – ha dichiarato con il solito sarcasmo Eminem a una radio statunitense – Sto sempre davanti al computer, ‘bloggando’ costantemente. Ehi, qualcuno ha visto il mio laptop?”

Evitare i social per evitare le discussioni.Slim Shady, così amava farsi chiamare Mr. Marshall Mathers all’inizio della sua luminosa carriera, ha precisato di evitare i social network perché non ama litigare con la gente su internet: “Non ci presto molta attenzione, in realtà. Mi piace avere il polso di ciò che accade intorno a me, non voglio ignorare quello che pensa la gente. Ma, allo stesso tempo, non posso tenere conto di quello che dice ogni persona. Non sarei in grado di fare musica, non potrei neanche pensare, se mi facessi intrappolare dai social network. Perché molto probabilmente finirei per farmi coinvolgere in spiacevoli discussioni con la gente. Mi toglierebbe un sacco di tempo e risulterebbe molto controproducente per me”

Eminem: non sono omofobico.Tra i temi sui quali Em sembra non aver più viglia di discutere c’è quello dell’omofobia, accusa che media e detrattori gli hanno sempre rivolto e che lui, nonostante le liriche di alcuni brani contengano degli incisi sospetti, ha sempre rispedito al mittente. L’ultimo “caso” è scoppiato l’indomani del lancio del nuovo singolo “Rap God”, cioè “Dio del rap”, canzone abbinata a un video che, sempre in rete, ha fatto incassare alla superstar di 8 Mile, oltre 220 milioni di dischi venduti, il titolo di Artista dell’anno alla prima edizione dei  Youtube Music Award. La parola incriminata è quel “faggot”, termine dispregiativo riferito agli omosessuali, snocciolato proprio dalle rime di “Rap God”. Riguardo a questa polemica, è da registrare il gesto distensivo dell’artista australiana Sia, co-autrice di un altro brano di “The Marshall Mathers LP2”, “Beatiful pain”, la quale ha promesso di devolvere le proprie “royalties” del disco a un’associazione no profit che aiuta gli omosessuali senzatetto.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Festival
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Story
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 2k & More!
 
Radio Bau & Co
 
105 InDaKlubb
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 HipHop & RnB
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Coldplay
 

Playlist tutte