Pirateria, Moby indica una strada alternativa

Il musicista critica l’approccio repressivo e invita colleghi e addetti ai lavori a concentrarsi sulla qualità del prodotto musicale

Richard Melville Hall, in arte Moby

Il musicista critica l’approccio repressivo e invita colleghi e addetti ai lavori a concentrarsi sulla qualità del prodotto musicale

Fuori dal coro. Ci pensa Moby a prendere la parola nella lotta che il mondo della musica ha condotto e conduce nei confronti della pirateria. E, come spesso capita, il dj e produttore prende una posizione fuori dal coro unanime di condanna, andando oltre il semplice contrasto alle copie contraffatte.
 
Viva la qualità.
"Meno paranoie nei riguardi della pirateria, più attenzione alla qualità del lavoro e della musica". Il messaggio lanciato in un'intervista rilasciata al sito Music Ally da Moby è chiaro. Davanti alle mutazioni in corso nell'industria musicale, Moby preferisce preoccuparsi poco del proliferare di sistemi illegali e poco remunerativi di distribuzione come i nuovi servizi di streaming.
 
La strada sbagliata. "Nell'ultima quindicina d'anni le major se la sono presa a morte per la pirateria e non hanno concluso niente" sostiene il musicista nativo di Harlem, New York. "Sicuramente i criteri con cui le grandi case discografiche valutano le cose sono molto diversi dai miei. Non voglio criticare o giudicare troppo duramente il loro punto di vista, ma a un certo momento bisogna valutare empiricamente l'efficacia del loro approccio. Punire gli ascoltatori non è la strada giusta da seguire".
 
Cambiare prospettiva. Si tratta, secondo Moby, di ribaltare prospettiva: "Mi sembra che il music business non abbia tratto benefici dal guardare alla pirateria nel breve termine. Mi rendo conto che molte di quelle società hanno obblighi nei confronti degli azionisti e dei risultati trimestrali ma penso anche che ci debba essere un modo migliore e più efficace di vedere le cose sostituendo una prospettiva più ampia alla visione ristretta al breve periodo. Se ogni musicista, etichetta e manager si concentrasse davvero nel fare la miglior musica possibile, secondo le sue capacità, e nel rafforzare il rapporto con l'ascoltatore – conclude Moby - il resto probabilmente si sistemerebbe da solo".
 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Festival
 
105 Story
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 HipHop & RnB
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Classics
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 InDaKlubb
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Radio Bau & Co
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Dance 90
 

Podcast tutti

Playlist tutte