Aspettando Sanremo: Raphael Gualazzi si racconta

Il cantautore, che tornerà al Festival con il dj The Bloody Beetroots, rivela la sua passione per il blues e i primi approcci con la musica grazie a Ivan Graziani

Raphael Gualazzi, 32 anni

Il cantautore, che tornerà al Festival con il dj The Bloody Beetroots, rivela la sua passione per il blues e i primi approcci con la musica grazie a Ivan Graziani

Casa Ariston. Sanremo è alle porte e, in attesa di salire sul palco del Teatro Ariston, Raphael Gualazzi, che negli ultimi anni è sempre stato di casa al Festival della canzone italiana, si racconta in una ricca intervista a La Repubblica. Dopo aver vinto nel 2011 la categoria "Giovani" con il brano "Follia d'amore", il cantautore e pianista urbinate si rivela in una veste insolita e parla tanto del suo privato quanto della prossima avventura sanremese in compagnia del dj techno The Bloody Beetroots.
 
Il blues e Ivan. Un Raphael intimo quello che racconta di essere fidanzato con una ragazza che fa taekwondo, di essere innamorato del blues e di non avere la televisione in casa. Ma si va anche oltre nei ricordi, con l’icona di Bob Marley che campeggiava nella cameretta del giovane Raphael e l’addio al basket per non mettere a rischio la sua carriera da pianista e musicista fino all’incontro con Ivan Graziani, con il quale il padre Velio fondò gli Anonima Sound: "Ivan mi sentì cantare che avevo otto o nove anni e disse che avevo qualcosa di particolare. Cos’altro poteva dire al figlio di un amico?".
 
La musica secondo me. E poi un Gualazzi introspettivo che racconta la sua visione del blues come la "matrice di tutta la musica moderna" e affronta i temi della coerenza e della originalità nella musica: "La coerenza non esiste in musica. Devi essere solo coerente con l’amore che hai per lei. Macinare chilometri ogni giorno senza preoccuparti dei cliché, abbattere le barriere tra i generi senza puzza sotto il naso. La musica è una luce che sprigiona tutta la sua energia attraverso i colori. Bisogna tenere tutte le porte aperte. Un musicista suona per se stesso, per l’arte e per il pubblico. Fattore estetico, personale e commerciale devono dunque armonizzarsi se vuoi condividerlo col maggior numero di persone possibile, non puoi rivolgerlo solo a una nicchia".

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Vasco
 
105 HipHop & RnB
 
Zoo Radio
 
Radio Bau & Co
 
105 Miami
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Dance 90
 
105 InDaKlubb
 
105 2k & More!
 
105 Story
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Coldplay
 

Podcast tutti

Playlist tutte