Radiohead criticati da Frank Turner

Il cantante britannico Frank Turner attacca i Radiohead per i loro concerti: "Meschina la scelta di non suonare ‘Creep’ dal vivo"

Thom Yorke, il leader dei Radiohead

Il cantante britannico Frank Turner attacca i Radiohead per i loro concerti: "Meschina la scelta di non suonare ‘Creep’ dal vivo"

I commenti. Il cantautore britannico Frank Turner ha ribadito i commenti che lui stesso aveva fatto recentemente sui Radiohead, definiti "meschini" per la scelta di non suonare mai dal vivo una delle loro canzoni più famose, "Creep". In una recente intervista nella quale ha parlato delle band che preferiscono suonare interi album piuttosto che le loro hit, Frank Turner fece i complimenti agli Iron Maiden per i loro show ed invece criticò i Radiohead, accusati di suonare molto raramente dal vivo "Creep", una delle loro canzoni più conosciute oltre che tra le più apprezzate dai fan. Frank Turner ora è tornato sull'argomento dopo le reazioni piccate dei Radiohead, che lo hanno definito un "indie Beliebers", paragonandolo dunque alle teen ager fan di Justin Bieber: un’offesa piuttosto tagliente, per il mondo del rock. Pur ribadendo di essere un grande fan dei Radiohead e sostenendo che "Kid A" e "Amnesiac" rimangono tra i suoi album preferiti, Frank Turner ha spiegato nuovamente il suo punto di vista, tornando all’attacco.

Il nuovo attacco. "Quando stai suonando un show dal vivo – ha spiegato Turner sul suo blog - e stai facendo pagare un biglietto alle persone, ti devi anche comportare come un intrattenitore, che ti piaccia oppure no. La mia frustrazione è verso quelle band che considerano la parola ‘intrattenimento’ come se fosse qualcosa di pesantemente negativo. In alcuni casi sembra che il pubblico presente sia quasi un'imposizione al loro sacro atto creativo. Se la pensi in questo modo, forse dovresti proprio evitare di fare spettacoli dal vivo o comunque non dovresti far pagare un biglietto. Forse un esempio migliore rispetto ai Radiohead è Bob Dylan. Quando l'ho visto dal vivo era solo m…a e stava più o meno apertamente cercando di far incazzare il pubblico. Credo che ci sia una via di mezzo tra l'essere populista e commerciale e suonare solo dei b-side sconosciuti. Fare una canzone che tutti tra il pubblico vogliono sentire non significa vendersi, ma piuttosto divertire la gente, che è una parte fondamentale di questo lavoro".

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Ligabue
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Story
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Zucchero
 
Radio Bau & Co
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Miami
 
105 2k & More!
 
105 Classics
 

Playlist tutte