Jennifer Lopez, "A.K.A." non decolla

"A.K.A.", nuovo album di Jennifer Lopez, non dovrebbe superare le 35mila copie al debutto: si tratta del peggior risultato della carriera della popstar

Jennifer Lopez
"A.K.A.", nuovo album di Jennifer Lopez, non dovrebbe superare le 35mila copie al debutto: si tratta del peggior risultato della carriera della popstar

J.Lo e gli anni ’90. Non è un momento semplice quello che sta vivendo Jennifer Lopez, costretta a misurarsi, per la prima volta, con l’esordio non esaltante di un suo disco, nonostante un tour de force che l’ha catapultata anche sul palco della cerimonia d’inaugurazione dei Mondiali di calcio per la promozione dell’album.Jennifer Lopez ha parlato di un mercato rivoluzionato rispetto al passato per giustificare le scarse vendite del suo ultimo “A.K.A.”, che secondo previsioni potrebbe non superare le 35mila copie vendute al debutto. Davvero poche se paragonate ai numeri di “This is me” del 2002 o delle 745mila copie del seguito “Rebirth”, datato 2005. In attesa di conoscere le cause di questo insuccesso (la critica americana parla di singoli non all’altezza e di teaser video che non hanno stuzzicato l’interesse del pubblico) a parlare, per ora, sono i numeri, che, se dovessero essere confermati, rappresenterebbero il peggior debutto di sempre di un disco di Jennifer Lopez. Le vendite sarebbero addirittura peggiori dell’album della rivale Mariah Carey (60mila copie per il suo ultimo “Me. I Am Mariah… The Elusive Chanteuse”). Cosa che la Lopez non sembra affatto digerire…

I successi del passato. E, parlando di numeri, sembrano un ricordo i giorni in cui la sua etichetta discografica stanziava 1 milione di dollari per uno dei suoi video. Oggi J.Lo sta cercando di riprodurre la stessa magia con un decimo degli investimenti. L’artista americana ha affermato che essere una cantante è sempre stata una sfida fin dal suo debutto sulla scena pop alla fine degli anni ’90, quando dominava le classifiche con un hit dietro l’altro: “Era un mondo magico simile al regno di Oz dove ogni cose sembrava possibile”. Il fondoschiena più sexy della musica pop ha parlato quasi con rammarico di un mondo che non c’è più e dichiarato che l’industria musicale non è più così magica: “Oggi quando vai ad un incontro con una label e parli di budget è tutto un ‘vedremo’. È cambiata la mentalità”.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Story
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Classics
 
Radio Festival
 
Zoo Radio
 
105 Hits
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Prince
 
105 HipHop & RnB
 
105 2k & More!
 

Playlist tutte