Neil Young, annullato il concerto di Tel Aviv

Dopo la nuova esplosione di violenza in Israele, Neil Young comunica l’annullamento del concerto previsto per il 17 a Tel Aviv

Neil Young

Dopo la nuova esplosione di violenza in Israele, Neil Young comunica l’annullamento del concerto previsto per il 17 a Tel Aviv

Niente musica a Tel Aviv. A rileggerle oggi, le parole di Roger Waters suonano quasi come un sinistro presagio. Sì perché quando nel mese di febbraio uscì la notizia che Neil Young sarebbe stato in Israele a tenere un concerto, l’ex Pink Floyd tuonò contro la scelta del collega scrivendogli una lettera aperta nella quale lo invitava a rinunciare al concerto. Ebbene, a distanza di qualche mese, il tanto atteso live di Young non si farà, ma ad annullare lo show previsto per il 17 luglio non è stato il cantante ma la drammatica situazione che si è creata nel paese dopo che nei Territori si è riaccesa la fiamma della tensione tra israeliani e palestinesi.
 
Concerto rischioso. I bombardamenti e gli scontri di questi giorni infatti hanno indotto Neil Young ad annullare l’evento che si sarebbe dovuto tenere a Tel Aviv, allo Hayarkon Park. Il songwriter canadese, che avrebbe dovuto suonare con i suoi Crazy Horse, è stato costretto a rinunciare alla data a causa dell'impossibilità, da parte delle forze dell'ordine, di assicurare “adeguate misure di sicurezza”. E l’ufficializzazione dell’annullamento è arrivata con un comunicato ufficiale nel quale si legge che “con un peso nel cuore e grandissima tristezza dobbiamo cancellare il nostro unico concerto in Israele, a causa delle tensioni che hanno reso poco sicuro un simile evento, al momento. Ci perderemo l'opportunità di suonare per i nostri fan, ma non vediamo l'ora di esibirci in Israele e Palestina, in pace”.
 
Il cantante. Secondo quanto riportato dell’agenzia Reuters nelle ultime ore, la decisione di cancellare l’appuntamento di Neil Young in Israele sarebbe figlia di un’iniziativa della polizia israeliana che ha ritenuto l’evento a rischio e ha preferito evitare di “radunare persone in un'area nel raggio di tiro dei missili di Gaza”. Per il live erano stati già venduti circa 30mila biglietti e il cantante ha detto che farà una donazione al Louse Tillie Alpert Youth Music Center e a Heartbeat, “due organizzazioni che si occupano di insegnare la musica ai giovani israeliani e palestinesi, facendoli suonare insieme”.
 
 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Festival
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Story
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 2k & More!
 
Radio Bau & Co
 
105 InDaKlubb
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 HipHop & RnB
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Coldplay
 

Playlist tutte