Gianluca Grignani poeta visionario su Facebook

E’ un lungo flusso di coscienza quello che Gianluca Grignani riserva ai suoi fan di Facebook con un lungo post su libertà, schizofrenia e Oscar Wilde

Gianluca Grignani

E’ un lungo flusso di coscienza quello che Gianluca Grignani riserva ai suoi fan di Facebook con un lungo post su libertà, schizofrenia e Oscar Wilde

Pensieri social. E' trascorso ormai poco più di un mese dai fatti di cronaca che l’hanno visto coinvolto a Riccione per quello che ha poi lui stesso definito come "un attacco di panico mal gestito", e a mente "lucida", Gianluca Grignani, che sul suo arresto preferisce non tornare, rilascia su Facebook una lunga lettera nella quale, in tipo stile "flusso di coscienza", parla a ruota libera di tante tematiche relative alla vita dell’artista, aspettando così, a suon di pensieri in libertà, l’uscita prevista per il 9 settembre del suo nuovo album "A volte esagero" (edito per la Sony Music Italy) anticipato dal primo singolo estratto "Non voglio essere un fenomeno". E sono ragionamenti complessi e un fiume di parole che si conclude con una descrizioni sintetica di se stesso: "Ho 42 anni e mi chiamo Gianluca Grignani e nonostante assolutamente il niente c’è della genialità in me e anche un po’ di schizofrenia ma non sono capace di odiare… che peccato".

Il post su Facebook. Tra critiche alla tecnologia imperante, alieni, Hitler e autocompiacimento, il cantautore si paragona perfino ad Oscar Wilde, "nonostante mi manchi il suo libero gusto" e aggiunge: "Ti insegnano ad essere uguale agli altri e pieno di paranoie che vanno dalla tua mail alla quale non puoi rinunciare (è più forte di te), al tuo cellulare che è come un feticcio" scrive il cantautore prima di raccontare che "l'altra sera ho avuto la prova della mia fragilità per l'ennesima volta, non ti racconto stronzate, ho visto il diavolo che mi hanno insegnato in Chiesa da bambino farsi largo nella mia psiche...". Pensieri sparsi che parlano di libertà che "non è un concetto, è quello che ci hanno tolto" e di crescita "Ho scoperto che ho un bisogno fisiologico di sviluppare la mia natura che è umana e questo non è un errore è qualcosa più forte di me" per poi concludere: "Sto bene quando guardo le cose come io le vedo, non come gli altri vorrebbero che io le vedessi". E in coda "Ah dimenticavo sto ascoltando Elvis...".

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Dance 90
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 HipHop & RnB
 
105 Classics
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Prince
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 InDaKlubb
 
XMas Radio
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Vasco
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 Story
 
Radio Bau & Co
 
105 Hits
 
Zoo Radio
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Jovanotti
 

Playlist tutte