Music Biz

Kesha, la Sony si difende: "Non potevamo mettere fine al contratto"

La battaglia legale ha dato ragione all'etichetta ed al produttore Dr. Luke, ma la Sony precisa: "Non potevamo darle quello che voleva"

Kesha

Kesha, la Sony si difende: "Non potevamo rescindere il contratto"

Kesha, la Sony si difende: "Non potevamo mettere fine al contratto". Vincere una battaglia in tribunale a volte si può trasformare in una "vittoria di Pirro". E potrebbe essere questo il caso anche per la Sony Music subissata di critiche e di proteste dopo il successo in tribunale contro Kesha. A distanza di giorni dalla sentenza, l'avvocato della compagnia Scott Edelman ha rotto il silenzio sulla vicenda: "La Sony sta facendo tutto il possibile per supportare l'artista in questa situazione ma è legalmente impossibilitata a mettere fine ad un contratto di cui non fa parte". Il contratto iniziale infatti è quello del 2005 ed è stato siglato da Kesha e dalla Kasz Money, di proprietà di Dr. Luke e solo successivamente passato alla Sony Music, in quanto società incaricata della distribuzione.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Dance 90
 
105 InDaKlubb
 
Radio Festival
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Miami
 
105 Story
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Elisa
 
Zoo Radio
 
105 Hits
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 2k & More!
 

Playlist tutte