Music Biz

Madonna “dovrebbe essere arrestata”: lo chiedono i Repubblicani

A Washington per la Women’s March, la regina del pop aveva detto di pensare spesso a «far saltare in aria la Casa Bianca».

Madonna “dovrebbe essere arrestata”: lo chiedono i Repubblicani

Non si sgonfia il caso Madonna contro Donald Trump. La star, dal palco di Washington per la Women’s March, aveva detto venerdì di pensare spesso a «far saltare in aria la Casa Bianca». È scoppiato un putiferio. Un politico di primo piano del Partito Repubblicano, Newt Gingrich, ha addirittura invocato il suo arresto.

Gingrich non è un personaggio qualsiasi, da anni è uno dei volti della destra americana più oltranzista ed è stato anche portavoce del Congresso. «Quello che stiamo vedendo è un fascismo di sinistra. Lei ne è parte e noi dobbiamo pensare a proteggerci», ha detto Gingrich, che ha poi aggiunto, durante la sua intervista a Fox News: «La verità è che dovrebbe essere arrestata».

Intanto, Madonna ha voluto chiarire la sua posizione con un post su Instagram: «Non sono una persona violenta, non promuovo la violenza ed è importante che le persone ascoltino e comprendano il mio discorso nella sua interezza e non per una frase tirata fuori dal contesto. Ho usato una metafora, volevo dire che ci sono due modi di vedere la cosa. Uno è la speranza, l’altro è la rabbia, che ècome mi sento personalmente. Ma so bene che la rabbia non risolve niente. L’unico modo per cambiare le cose in meglio è agire con amore». Gingrich, però, non le crede: «Ha cambiato versione perché ha capito di essersi messa in un guaio».

Yesterday's Rally. was an amazing and beautiful experience. I came and performed Express Yourself and thats exactly what i did. However I want to clarify some very important things. I am not a violent person, I do not promote violence and it's important people hear and understand my speech in it's entirety rather than one phrase taken wildly out of context. My speech began with " I want to start a revolution of love." I then go on to take this opportunity to encourage women and all marginalized people to not fall into despair but rather to come together and use it as a starting point for unity and to create positive change in the world. I spoke in metaphor and I shared two ways of looking at things — one was to be hopeful, and one was to feel anger and outrage, which I have personally felt. However, I know that acting out of anger doesn’t solve anything. And the only way to change things for the better is to do it with love. It was truly an honor to be part of an audience chanting “we choose love”. #revoltutionoflove #revolutionoflove

Una foto pubblicata da Madonna (@madonna) in data:

Nel frattempo, la presidenza Trump continua a gettare nel caos verbale il mondo dello show business americano. È toccato anche a un personaggio che già di solito fa fatica a moderarsi: il cantante Chris Brown, tirato suo malgrado nel dibattito. Il comico Aziz Ansari, durante un monologo per il Saturday Night Live, aveva detto che Trump è «il Chris Brown della politica».

E non intendeva certo dirlo come un complimento. Trump non ha risposto, Chris Brown invece si. Ha chiamato Ansari (che è di origini indiane), «Aladino», attirando accuse di razzismo. E poi ha girato un video su Instagram, confessando di «non riuscire mai a tirare il fiato» e invitando i fan a «non credere a tutto quello che vedono. A volte anche il sale sembra zucchero».

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Classics
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 InDaKlubb
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 2k & More!
 
105 HipHop & RnB
 
105 Miami
 
Zoo Radio
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Story
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Elisa
 
Radio Festival
 

Playlist tutte