Music Biz

Da Vasco a Elio: continua la guerra al secondary ticketing

La proposta di Elio: “Creiamo un collare anti-secondary ticketing, come quelli anti-zecche”.

Da Vasco a Elio: continua la guerra al secondary ticketing

La lotta al secondary ticketing e al bagarinaggio digitale continua. Gli artisti di tutto il mondo hanno messo a punto misure di sicurezza per evitare che i fan non riescano ad accedere alle prevendite dei biglietti e siano costretti a passare per i bagarini. Un fronte compatto di artisti - tra cui Vasco, Elio e gli U2 - si sta impegnando con vari mezzi a combattere il fenomeno.

Per tutelare le vendite dei biglietti per i concerti degli U2, previsti per il 15 e 16 luglio allo Stadio Olimpico di Roma, Live Nation Italia e TicketOne hanno coinvolto la società PwC (PricewaterhouseCoopers S.p.A.), azienda leader mondiale di auditing. La compagnia ha ultimato il processo di certificazione delle vendite dei biglietti del gruppo. Oltre a certificare le procedure di tutela degli acquirenti e la lotta al problema del secondary market, Pwc ha confermato la completa cancellazione degli ordini anomali registrati da TicketOne.

Vivaticket ha annunciato la conclusione della prima tranche di vendita di biglietti per il concerto di Vasco Rossi, in programma a Modena il prossimo 1° luglio, al Parco Ferrari. I vertici hanno annunciato Tutto è filato liscio”. Nelle prime 48 ore di vendita riservata agli iscritti del Blasco Fan Club, sono stati registrati 33.112 acquisti, con una media di 1,8 biglietti a utente. Dalle ore 10 del 27 gennaio le vendite saranno aperte a tutti sul sito vivaticket.vascomodena.it, unico sito ufficiale e autorizzato, e nei punti vendita autorizzati.

Tuttavia alcuni tagliandi dell'evento sono già stati individuati nel secondary market. Per questo, Vivaticket ha precisato: "Teniamo a ricordare che siamo dalla parte della trasparenza, quello che vogliamo contrastare in maniera ferma e decisa è il bagarinaggio industriale, che va contro l’artista e il suo pubblico. Lo scambio tra privati, invece, non si può evitare perché, allo stato dei fatti, è consentito".

Il sito ha fissato una soglia d'acquisto a 6 biglietti per volta per garantire a tutti l'accesso ai pit. Ogni transazione potrà comprendere fino a due biglietti per le tre fosse più vicine al palco. Infine, i bambini fino ai 4 anni entreranno gratis. Elio ha dichiarato guerra al secondary ticketing, partendo proprio dal nome. “Che poi secondary ticketing è un nome che fa anche un po' figo, volendo. Bisognerebbe chiamarli con il loro nome: bagarini”. Lo ha dichiarato durante il convegno La Negazione Del Secondary Ticketing dall’Artista al Consumatore con la Partecipazione del Pubblico dei Concerti, meeting organizzato dal capo di Barley Arts, Claudio Trotta, focalizzato sulla lotta alle vendite speculative dei biglietti dei concerti sul mercato secondario.

Elio è arrivato anche a ipotizzare scherzosamente la creazione di un collare anti-secondary ticketing, come quelli anti-zecche. Ha definito il fenomeno - di cui prima non si era interessato - "fantascienza". Poi è sopraggiunta la rabbia, dunque la pena "per gente che passa la vita cercando di fottere gli altri".

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Zoo Radio
 
Radio Festival
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Miami
 
105 Classics
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Prince
 
105 HipHop & RnB
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Story
 
MUSIC STAR Zucchero
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 2k & More!
 
105 Dance 90
 

Playlist tutte