Music Biz

Sanremo, nuove polemiche: lo scenografo sarebbe indagato

Secondo il quotidiano La Verità, l'addetto alle scenografie della kermesse Riccardo Bocchini sarebbe coinvolto in una vicenda relativa all’assegnazione di altri appalti Rai.

Sanremo, nuove polemiche: lo scenografo sarebbe indagato

A meno di una settimana dal via, non si placano le polemiche sul Festival di Sanremo. Dopo aver parzialmente archiviato quella sul compenso di Carlo Conti, è arrivato lo scenografo indagato. A parlarne è stato il quotidiano La Verità, con un articolo su Riccardo Bocchini, che si occupa delle scenografie all’Ariston.

Secondo La Verità, Bocchini sarebbe indagato per una vicenda relativa all’assegnazione di altri appalti Rai, un’inchiesta del 2015 che aveva coinvolto diversi soggetti che lavorano con Viale Mazzini. Tra i reati di cui si stanno occupando i giudici ci sono associazione a delinquere, appropriazione indebita, turbativa d’asta, corruzione e concussione. L’avvocato di Bocchini ha già fatto sapere che il suo assistito non ha ricevuto avvisi di garanzia e che comunque non ha commesso nessun illecito.

Intanto, al Festival di Sanremo non si riesce a trovare serenità. La polemica più grande di questi giorni riguardava i 650mila euro di compenso per Carlo Conti, che sembrano troppi ad alcuni politici (Matteo Salvini, Renato Brunetta). Conti ha promesso che devolverà parte del suo compenso in beneficienza alle persone colpite dagli ultimi terremoti del centro Italia. Per dare un po’ di prospettiva alla discussione, la cifra che sarà incassata da Carlo Conti è davvero così alta? Il Corriere della Sera ha ricordato oggi i compensi di conduttori, direttori artistici e vallette degli ultimi anni.

Nel 2009, Paolo Bonolis incassava 1 milione di euro per il suo lavoro, dicendo: "Questo è il mercato". Antonella Clerici, l’anno successivo, fu pagata 500mila euro (e le pari opportunità?). Gianni Morandi, al timone nel 2011 e nel 2012, fu pagato 800mila euro. Per Fabio Fazio l’assegno fu leggermente più basso di quello di Carlo Conti: 600mila euro. Al suo fianco come co-conduttrice volle Luciana Littizzetto, pagata 250mila euro.

Andando più indietro nel tempo troviamo anche l’edizione 2004 di Simona Ventura, con un cachet di 320mila euro (ma 500mila andarono al direttore artistico Tony Renis), Pippo Baudo nel 2007 guadagnò 800mila euro, ma la valletta al suo fianco, Michelle Hunziker, ne prese 200mila a serata. Nel 2006 Giorgio Panariello incassò 1 milione di euro, un’edizione molto costosa visto che alle vallette andarono 500mila euro (Ilary Blasi) e 400mila euro (Victoria Cabello). In realtà, come ha ricordato la Rai in un comunicato ufficiale, più che ai compensi bisogna guardare ai bilanci. Il Festival di Carlo Conti non pesa sul canone ed è in attivo di 7 milioni di euro.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

XMas Radio
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 2k & More!
 
105 Hits
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Radio Bau & Co
 
105 Story
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 HipHop & RnB
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Miami
 

Playlist tutte