Music Biz

Beyoncé citata in giudizio per 20 milioni: ecco la sua difesa

La star americana è stata accusata dalla famiglia di uno youtuber

Beyoncé citata in giudizio per 20 milioni: ecco la sua difesa

Beyoncé non vuole pagare i 20 milioni di dollari chiesti dalla famiglia di Anthony Barré, uno youtuber di New Orleans, che accusa la star di aver usato un sample di Barré nel video di Formation e durante le sue performance dal vivo della canzone. Secondo Beyoncé, si tratta di una pratica consentita: nel video ha usato meno di 10 secondi di audio e quindi nulla è dovuto agli eredi di Barré, che è morto in una sparatoria nel 2010.

Secondo gli eredi di Barré, che si faceva chiamare su YouTube Messy Mya, la storia è un po’ diversa: Beyoncé ha lucrato su un contenuto che era protetto da copyright senza nemmeno citare lo youtuber né dargli il giusto credito. Per questo motivo, alla star chiedono non solo i diritti d’autore ma anche un risarcimento danni: in questo modo si arriva alla cifra di 20 milioni di dollari. Beyoncé non è la sola ad aver avuto problemi di copyright, anche a Ed Sheeran sono stati chiesti 20 milioni di dollari per Photograph, ma in questo caso l’accusa è giù grave: aver proprio plagiato la canzone.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Bau & Co
 
105 Story
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Dance 90
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Classics
 
105 Miami
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 2k & More!
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 

Playlist tutte