Music Biz

Beyoncé citata in giudizio per 20 milioni: ecco la sua difesa

La star americana è stata accusata dalla famiglia di uno youtuber

Beyoncé citata in giudizio per 20 milioni: ecco la sua difesa

Beyoncé non vuole pagare i 20 milioni di dollari chiesti dalla famiglia di Anthony Barré, uno youtuber di New Orleans, che accusa la star di aver usato un sample di Barré nel video di Formation e durante le sue performance dal vivo della canzone. Secondo Beyoncé, si tratta di una pratica consentita: nel video ha usato meno di 10 secondi di audio e quindi nulla è dovuto agli eredi di Barré, che è morto in una sparatoria nel 2010.

Secondo gli eredi di Barré, che si faceva chiamare su YouTube Messy Mya, la storia è un po’ diversa: Beyoncé ha lucrato su un contenuto che era protetto da copyright senza nemmeno citare lo youtuber né dargli il giusto credito. Per questo motivo, alla star chiedono non solo i diritti d’autore ma anche un risarcimento danni: in questo modo si arriva alla cifra di 20 milioni di dollari. Beyoncé non è la sola ad aver avuto problemi di copyright, anche a Ed Sheeran sono stati chiesti 20 milioni di dollari per Photograph, ma in questo caso l’accusa è giù grave: aver proprio plagiato la canzone.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Vasco
 
105 Classics
 
XMas Radio
 
Radio Festival
 
105 HipHop & RnB
 
Radio Bau & Co
 
105 Story
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Elisa
 
Zoo Radio
 
105 InDaKlubb
 
105 Hits
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 2k & More!
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 

Playlist tutte