Le montagne russe da brivido che uccidono i passeggeri

Sei cerchi della morte affrontati a 360 chilometri all’ora: all’arrivo si è già morti. Ma la giostra killer per ora è solo un progetto

Le montagne russe da brivido che uccidono i passeggeri

Sei cerchi della morte affrontati a 360 chilometri all’ora: all’arrivo si è già morti. Ma la giostra killer per ora è solo un progetto

Queste montagne russe uccidono i loro passeggeri. Non è uno scherzo, la tragica fine è assicurata, anche se fortunatamente si tratta solo di un progetto creato per fini artistico-scientifici e non è possibile acquistare i biglietti per la corsa fatale. A immaginare questa straordinaria (per quanto nefasta) giostra in acciaio è stato Julijonas Urbonas, dottorando  del Royal College of Art di Londra. La sua idea era quella di progettare una struttura che, «con eleganza ed euforia» uccidesse gli esseri umani, non senza prima aver fatto provare loro tutta una serie di profonde emozioni:eccitazione, paura, entusiasmo, fino alla perdita di coscienza e alla morte. Per riuscirci, Urbonas ha combinato ingegneria, conoscenze mediche e la sua esperienza di lavoro in un parco divertimenti.

Le montagne russe della morte partono con una salita a picco alta 510 metri; arrivati in cima, si corre a 360 chilometri all’ora per infilarsi in sei cerchi della morte, ciascuno più piccolo del precedente. Ed è proprio all’interno di questi cerchi che il cervello dei passeggeri soffrirebbe di ipossia (mancanza di ossigeno) a causa  dei continui ribaltamenti, causando infine la morte di tutti i partecipanti a questo giro di giostra definitivo.

Il progetto è stato presentato alla Science Gallery di Dublino nel 2011 e ha subito attirato l’attenzione del pubblico e dei media. Alle montagne russe della morte sono stati infatti dedicatiprogrammi televisivi, tatuaggi, alcune canzoni, un progetto per una fiera scolastica e persino la sceneggiatura di un film. Inoltre, per questa sua provocazione, Urbonas ha anche ricevuto il Public Prize ai New Technological Art Award di Gand, Belgio, nel 2013.

Urbonas ha presentato con grande entusiasmo la sua creazione, definendola «la corsa più estrema del mondo, una scultura funebre, un monumento per la fine dell’evoluzione delle giostre, un’arma gravitazionale, il viaggio davvero definitivo». Che, fortunatamente, non è possibile realizzare…

 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Vasco
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Elisa
 
Radio Festival
 
105 Story
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 InDaKlubb
 
Radio Bau & Co
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Classics
 
105 Hits
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Prince
 

Podcast tutti

Playlist tutte