Il reggiseno compie cent'anni

Nasceva il 3 novembre 1914 e da allora ne ha fatto di strada. Diventando, da indumento intimo, accessorio da portare a vista. Soprattutto per le dive del pop…

CLASH BY NIGHT Anno: 1952 - USA MARILYN MONROE, KEITH ANDES Foto Olycom

Nasceva il 3 novembre 1914 e da allora ne ha fatto di strada. Diventando, da indumento intimo, accessorio da portare a vista. Soprattutto per le dive del pop…

Il reggiseno compie cent'anni. Secondo quanto affermano i dizionari della moda, nasceva il 3 novembre del 1914. A crearlo, una newyorkese, Mary Phelps Jacobs, che ne realizzò uno di fortuna, con dei fazzoletti e dei nastri rosa, per poterlo indossare sotto un abito molto trasparente. I francesi sostengono invece che la prima idea del reggiseno sia stata di Madame Herminie Cadolle, che presentò all' Esposizione Universale del 1889 un corsetto tagliato a metà, valida alternativa ai soffocanti busti in voga ai tempi e possibile antenato del nostro indumento intimo. E già nel 1907 il magazine Vogue Usa attirava l’attenzione pubblicando la foto di un simil-reggiseno, la brassiere.
Da allora molto è cambiato. In cento anni, da accessorio da indossare sotto gli abiti, il reggiseno è diventato via via sempre più protagonista. A mostrarlo con compiacimento furono prima le grandi dive del cinema, già nel periodo del muto (quante ballerine esotiche con costume succinti e tempestati di gioielli), poi le pin up (al cui stile adesso si ispira la star del burlesque Dita Von Teese) e le nostre dive italiane, da Sophia Loren a Gina Lollobrigida.
Gli Anni Settanta furono poco felici per il reggiseno, detestato dalle femministe e bruciato in roghi (più o meno simbolici) contro un oggetto considerato espressione di un modello compiacente e anacronistico di femminilità. Ma la riscossa era vicina. Con gli Anni Ottanta e il rinnovato culto del corpo, e soprattutto con i Novanta e l’invenzione del Wonderbra, che come per magia regalava senza scomode imbottiture una o ben due taglie in più.
Sempre nel 1990, Madonna, allora giovane diva in ascesa, lanciava il suo Blonde Ambition Tour, in cui indossava un reggiseno creato dal celebre stilista Gaultier con le coppe a cono. Madonna inaugurava una moda mai più tramontata: dopo di lei, ogni altra cantante ha considerato quasi obbligatorio mostrarsi in reggiseno, pudico e adolescenziale (come quello di Britney Spears ai tempi di "… Baby One More Time"), oltremodo sexy (come non perde occasione di fare Rihanna, che spesso e più che volentieri sceglie pure di non indossarlo affatto), spiritoso (Katy Perry, nel video di "California Girls") o decisamente stravagante (Lady Gaga, continuamente…).
L’unica popstar a cui quest’abitudine non ha portato fortuna è stata Janet Jackson: infatti nel 2004, durante lo show con Justin Timberlake  nell’intervallo del 38° Superbowl, il suo reggiseno ha lasciato scappar fuori un capezzolo, con enorme scandalo (il Superbowl è l’evento sportivo dell’anno negli Stati Uniti, e ha un pubblico tv di milioni di famiglie), multe inflitte alla casa discografica e addirittura declino della carriera della cantante stessa.
Hanno avuto invece maggior fortuna le modelle di Victoria’s Secret, noto brand di lingerie. Dette "Angeli", hanno conquistato copertine dei magazine e fama sempre maggiore, fino a competere con le star del cinema. Qualche nome? Kate Upton, Alessandra Ambrosio, Miranda Kerr, Adriana Lima… Quest’ultima ha anche indossato il reggiseno più prezioso del mondo, tempestato di diamanti e del valore di due milioni di dollari. Altro che indumento intimo, insomma…

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Dance 90
 
105 Classics
 
105 Miami
 
Radio Festival
 
105 2k & More!
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 HipHop & RnB
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Elisa
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Story
 
Radio Bau & Co
 

Podcast tutti

Playlist tutte