Oggi si celebra la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

In diretta a Tutto Esaurito, l’avvocato Giulia Bongiorno si rivolge alle vittime: “Non dovete subire, il primo schiaffo non sarà mai l’ultimo schiaffo”.

Giornata contro la violenza sulle donne: a che punto siamo?

E’ stata battezzata Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, si celebra il 25 novembre ed è una ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ONU) nel 1999 per ricordare l’assassinio, nel 1960, delle sorelle Mirabal, le tre donne che si immolarono nel tentativo di contrastare il regime del dittatore dominicano Rafael Leónidas Trujillo.

Il tema è tristemente attuale, basti pensare che ogni anno, soltanto in Italia vengono uccise almeno 100 donne, dal compagno o da persone vicine alle vittime. Non si tratta solo di omicidi, ma anche i maltrattamenti che sfociano spesso in lesioni fisiche e violenze psicologiche. Le indagini Istat del 2015 rivelano uno scenario terribile: 6 milioni e 788mila donne hanno subìto nel corso della loro vita almeno una violenza fisica o sessuale. Tra queste, il 31,5% ha un’età compresa tra i 16 e i 70 anni. Il 20,2% di loro ha subìto violenza fisica, il 21% molestia sessuale, il 5,4% le forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri. In definitiva, dunque, sono 652 mila le donne che hanno subìto uno stupro e 746 mila le vittime di tentativo stupro.

Ne ha parlato a Tutto Esaurito Letizia Puccioni, in collegamento in diretta con l’avvocato Giulia Bongiorno, fondatrice, nel 2007, insieme a Michelle Hunziker, di “Doppia difesa Onlus”, organizzazione impegnata nell’assistenza delle vittime di discriminazioni, violenze e abusi. I numeri sono preoccupanti, specialmente se si pensa che, in gran parte dei casi, le vittime vivono sotto lo stesso tetto dei loro aguzzini, perché, spiega l’avvocato Bongiorno, “all’origine delle violenze, spesso mostruose, c’è ancora il convincimento che la donna sia un essere inferiore che va dominato, una sorta di oggetto, che se dà fastidio, lo si butta, gli si dà fuoco o gli si getta l’acido. Bisogna combattere la mentalità maschilista e lanciare un messaggio alle donne: ‘Non dovete subire, il primo schiaffo non sarà mai l’ultimo schiaffo”

L’appuntamento più importante è a Roma, dove sabato 26 novembre si svolgerà una grande manifestazione contro la violenza sulle donne. Il corteo partirà alle 14.00 da piazza Esedra e si concluderà in piazza San Giovanni.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Zucchero
 
XMas Radio
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 InDaKlubb
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Elisa
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Miami
 
Radio Festival
 
105 Dance 90
 
105 2k & More!
 
105 Story
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 

Playlist tutte