Face4Job

Il dress code a lavoro può essere fatale!

Non vuole portare i tacchi e viene cacciata dal lavoro

Il dress code a lavoro può essere fatale!

Il dress code imposto dal datore di lavoro può causare seri problemi: lo sanno bene una recepionist di Londra e una cameriera di Edmonton.

Alle due giovani donne – la prima originaria del Regno Unito, l’altra del Canada – è stato chiesto di indossare i tacchi alti al lavoro, ma mentre la prima si è rifiutata di farlo (ed è stata, per questo, sospesa), la seconda ha dovuto stringere i denti. 

Partiamo con la storia di Nicola Thorp assunta, qualche tempo fa, come receptionist presso una sede londinese della PwC, una delle maggiori aziende di revisione e consulenza fiscale del mondo. Arrivata in ufficio con un paio di scarpe basse, alla ventisettenne (che doveva occuparsi dell’accoglienza dei clienti accompagnandoli nelle varie sale riunioni) è stato chiesto di indossare un paio di scarpe col tacco. E quando la Thorp si è rifiutata di farlo (affermando che non sarebbe stata in grado di svolgere la sua mansione sui tacchi alti) e ha polemicamente chiesto se la stessa richiesta venisse fatta anche agli uomini, la Portico (la società incaricata dalla PwC di occuparsi dell’assunzione del personale) ha scelto di sospenderla senza paga. La giovane britannica ha allora deciso di rendere pubblica la sua storia e ha avviato una petizione online per chiedere la modifica della legislazione in materia. Che di fatto contempla la possibilità di imporre un codice di abbigliamento diverso agli uomini e alle donne che lavorano nella stessa azienda. E autorizza il datore di lavoro a predisporre l’allontanamento del dipendente che si rifiuta di rispettarlo.

Diversa la storia di Nicola Gavins, cameriera canadese impiegata in uno dei locali della catena Joey Restaurants di Edmonton. L’obbligo di indossare tacchi alti al lavoro ha causato seri problemi alla giovane che, alla fine di un turno, ha postato una foto che ritraeva i suoi piedi sanguinanti. L’immagine ha fatto il giro del mondo dando il là a un vero e proprio fenomeno virale. La giovane di Alberta avrebbe chiesto al suo capo il permesso di indossare un paio di scarpe più comode, ma avrebbe ricevuto in risposta un rimprovero.

Per entrambe le vendette sui social network hanno avuto la giusta ricompensa.

Fonte: https://news.biancolavoro.it

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Vasco
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Dance 90
 
105 Miami
 
105 2k & More!
 
105 Story
 
105 InDaKlubb
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Classics
 
Radio Bau & Co
 

Playlist tutte