Tutto News

Quando la spesa (e l’hamburger) sono gratis

A Copenaghen si hanno gratis i prodotti di un supermercato facendogli pubblicità sui social, negli USA, da McDonald’s, basta un selfie…

Un frame dalla campagna McDonald's

A Copenaghen si hanno gratis i prodotti di un supermercato facendogli pubblicità sui social, negli USA, da McDonald’s, basta un selfie…

Lo scorso agosto un gruppo di ragazzi danesi ha lanciato a Copenaghen un’innovativa start up: si tratta di Freemarket, un supermercato fondato da Simon Taylor e che fin dall’apertura vantava una fila chilometrica di clienti desiderosi di entrare. Lo slogan del negozio è “prova prima di comprare”, e promuove un modo tutto nuovo di fare la spesa.

Freemarket infatti cede prodotti alimentari gratuitamente ai clienti, in cambio di pubblicità sui social network. Una volta che ci si è registrati al sito dello shop è necessario scattare una foto ai prodotti “acquistati” e pubblicarli sui tre social più utilizzati: Facebook, Twitter o Instagram, allegando un giudizio o la descrizione del prodotto. Si possono scegliere fino a dieci prodotti al mese, tutti diversi, e pagare un canone mensile irrisorio di 2,50 euro per permettere allo shop di mantenersi in attività.

Secondo il fondatore sarebbe una “nuova forma di pubblicità, dove non è più l’azienda che convince il consumatore a usufruire dei suoi prodotti, ma è il consumatore a sceglierlo e ad esprimere il suo parere”. Ex pubblicitario, Taylor ha rimodellato strategie di marketing più datate, sul modello dell’era digitale. La filosofia è quella di “tryvertisin”: le aziende che partecipano fornendo i prodotti al negozio ottengono pubblicità, informazioni sui clienti che le scelgono e allargano i contatti, mentre il cliente acquista senza mettere mano al portafoglio.

In sostanza si tratta di un dare e avere reciproco: le aziende testano i prodotti studiando il comportamento d’acquisto e l’opinione generale, i clienti possono ottenerli gratuitamente. Il negozio è passato da 5.000 a 10.000 clienti solo nel primo mese d’apertura.

Sembra incredibile? La catena di fast food McDonald’s dal 2 febbraio accetta i selfie, gli abbracci o i “batti il cinque” come metodo di pagamento in alcuni suoi selezionati punti vendita (e solo negli Stati Uniti). “Vorremmo ringraziare i nostri affezionati clienti accettando come metodi di pagamento gesti famigliari” è l’idea dell’azienda. Il messaggio della campagna è “Pay with Lovin’”, paga con l’affetto, anche se la promozione è valida per i clienti che si trovano nei negozi in periodi di tempo detreminati. Chi sarà abbastanza fortunato da trovarsi alla cassa durante quei momenti, si aggiudica il menù pagandolo con… l’affetto.

 

 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Miami
 
105 HipHop & RnB
 
105 Story
 
Radio Festival
 
105 Dance 90
 
105 Hits
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Classics
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 InDaKlubb
 
105 2k & More!
 

Playlist tutte