Tutto News

La famosa foto della manifestazione No Expo raccontata dall’autore

Una macchina bruciata e una ragazza accanto in posa: perché è diventata virale e qual è la verità?

La foto di Ivan Carozzi

Ivan Carozzi è l’autore dello scatto diventato simbolo della manifestazione No Expo tenutasi a Milano il 1 maggio. Una foto che ha fatto in breve tempo il giro del web, perché tragicamente assurda, vista che ritrae una bella ragazza in posa accanto a un’auto bruciata, come nulla fosse. Raccontata nel dettaglio sul sito Rivista Studio, la storia dell’autore inizia con un giro in bicicletta per la città, mentre si dirige alla MayDay, il corteo del 1 maggio.

I suoi pensieri e le sue elucubrazioni scorrono fino al ritorno a casa dopo l’inizio del corteo, quando vede che cosa sta accadendo nel cuore di Milano, le devastazioni urbane commesse da gruppi di black bloc. Episodi che costringono a uscire, a vedere un caos fatto di suoni di sirene, vetrine spaccate, odore di fumo, fino a Via Giacomo Leopardi, quando Ivan si ferma per fotografare un’auto bruciata, rovesciata su un fianco e abbandonata in mezzo alla strada. Avvicinatosi per scattare una foto, Carozzi vede delle turiste probabilmente provenienti dall’Est Europa che fotografano un’amica, una ragazza in posa perfettamente a suo agio accanto alla macchina.

Al che Carozzi, colpito immediatamente dalla particolarità del gesto, chiede: “posso fare una foto anche io?”. E la ragazza con un grande sorriso si appoggia alla carcassa dell’automobile con una mano, mentre con l’altra tiene il cellulare, come se fosse appoggiata a un qualsiasi monumento. Una volta postata sul suo profilo Facebook, il web si è scatenato in breve tempo: un’immagine, come l’autore stesso definisce, “moralmente, esteticamente, formalmente ambigua”.

Talmente ambigua che è normale pensare inizialmente si tratti di un sapiente uso dei programmi di ritocco fotografico. Eppure, è tutto vero.  

L’immagine diventa il ritratto di un fenomeno assurdo, che sembra spingere i turisti verso i disastri della città devastata, un prodotto che scoppia nella fotocamera del telefono, come lui stesso definisce, “pornografico, che soddisfa la voglia di voyeurismo”.

Il fotografo confessa di provare la consapevolezza e l’euforia di aver propagato un’idea, un messaggio potente, che lentamente però si spengono di fronte al maltrattamento, nei commenti sul web, della ragazza probabilmente ignara di ciò che stava per accadere. “Mio malgrado sono entrato nel regno della melma digitale. E non mi è piaciuto” è la conclusione di Ivan Carozzi: ma la verità è che tutto, in quell’immagine, è talmente assurdo che molti, trovandoci davanti una simile situazione, avremmo scattato la foto. Molti, se non tutti quanti.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Story
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 InDaKlubb
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Prince
 
105 HipHop & RnB
 
105 Hits
 
105 Classics
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Miami
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Vasco
 

Podcast tutti

Playlist tutte