Tutto News

Perché gli studenti poco brillanti hanno successo nella vita

Voti bassi a scuola, ma carriere prestigiose. Due nomi su tutti: George W. Bush e Steve Jobs

Perché gli studenti poco brillanti hanno successo nella vita

Mentre consegnava le lauree ai neo-laureati della Southern Methodist University, l’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush si è complimentato con gli studenti più brillanti, che vantavano i voti più alti. A chi invece si è laureato con voti più bassi ha detto: “complimenti anche a voi, che potrete diventare presidenti”.

La battuta era rivolta anche a sé stesso, visto che Bush junior non è uscito dal college con voti al top: eppure… è l’ex presidente degli Stati Uniti d’America. Insieme a lui, anche John F. Kennedy e Lyndon B. Johnson fanno parte della schiera di potenti che a scuola non eccellevano. Il fenomeno non si riscontra solo nelle cariche governative: basti pensare a Steve Jobs, che ha lasciato presto la scuola, come hanno fatto Bill Gates e Mark Zuckerberg.  

Sono molti gli imprenditori di successo diventati miliardari nonostante le grigie aspettative generate delle loro carriere scolastiche: ciò significa che anche se l’istruzione è importante, non è certo l’unica strada per compiere grandi cose.

L’astrofisico Neil deGrasse Tyson, della University of Massachusetts Amherst, ha spiegato la stessa cosa ai laureandi nonostante sia parte di un corpo accademico: “I vostri voti saranno totalmente irrilevanti nella vostra vita. Non vi definiranno come persone e non si ripercuoteranno minimamente su quello che siete, siete stati o sarete”, ha spiegato durante la cerimonia di fine anno.

Perché? Perché mentre l’intelligenza è soggettiva, i risultati accademici sono il risultato di un’operazione su un sistema già costruito: basta infatti applicare ciò che viene appreso. Sono il carattere, le esperienze e le relazioni interpersonali che determinano la direzione delle nostre vite.

Più che lo studio, sono la passione, la perseveranza, l’intelligenza emozionale e l’empatia che ci costruiscono come persone, ma soprattutto la capacità di capire il valore del fallimento. Ecco il motivo dei milionari poco secchioni: sanno cosa significa partire svantaggiati agli occhi della società e superare ostacoli e momenti molto duri, in cui nessuno crede in quello che sei. Ma nonostante tutto, si tratta di persone chenon si arrendono e non smettono mai di imparare: non dai libri di scuola, ma da sé stessi.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Prince
 
105 InDaKlubb
 
Radio Festival
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Miami
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Dance 90
 
105 Story
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
Radio Bau & Co
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Elisa
 

Podcast tutti

Playlist tutte