Ecco perché ci piacciono le storie tira e molla

Eh sì, lo dice la scienza. Fattene una ragione: le storie tira e molla piacicono anche a te!

Ecco perché ci piacciono le storie tira e molla

Lo cantava anche Orietta Berti “a questo mondo tutto va su e giù/e nell’amore me lo insegni tu/oggi mi lasci domani sei con me/è un altalena il nostro amor”. Quella dell’altalena dalla quale non si riesce a scendere è l’immagine perfetta delle storie tira e molla.

Ma cosa le scatena? Fondamentalmente l’incapacità di uno o di entrambi i partner che non sono in grado di troncare definitivamente, il tutto condito da una buona dose di lunaticità ed egoismo.

C’è chi passa mesi, anni, invischiato in queste storie yo-yo, evidentemente qualche motivo che impedisce di staccarsi c’è, vediamo di analizzare alcune di queste ragioni:

- Perché c’è ancora qualcosa da dire. Inutile, quando una storia non è davvero finita, per molti è difficile dire basta, rimanendo col dubbio che ci sia qualcosa di salvabile. Per qualcuno è preferibile arrivare a totale esaurimento piuttosto che lasciare le cose sospese con un “e se…”

- La sindrome da piccola vedetta lombarda. È il classico caso di Facebook: si controlla la bacheca dell’altro, cosa fa, con chi si relaziona… dandogli modo di fare lo stesso con noi, postando ogni dettaglio della nostra vita senza di lui. Con il risultato, spesso scontato, di far scattare ossessioni e gelosie non supportate da sentimenti reali. Si torna col partener, non si risolvolo i problemi originali e si ricomincia il giro.

- Meglio in compagnia! È ribaltamento del concetto “meglio soli che male accompagnati”. Ohi, c’è chi la pensa così. Spesso sono coppie che temono di non trovare di meglio e tornano quindi, costantemente, sui propri passi. In pratica, piace la scelta di convenienza: anche un rapporto non idilliaco va bene, dà sicurezza, quindi mi accontento di questa relazione tira e molla.

- Tutto va bene ma manca qualcosa. Il rapporto è sereno, ma manca un elemento fondamentale, spesso il sesso (o la qualità del sesso). Ci si lascia, poi si sente la mancanza dell’ex e si torna insieme.

- L’uno è dipendente dall’altro. È il rapporto vittima-carnefice. Uno dei due è innamorato e l’altro se ne approfitta egoisticamente, senza farsi troppi scrupoli.

Ma siamo davvero sicuri che per quanto difficili da troncare, queste relazioni portino qualcosa di positivo nelle nostre vite e siano sane? Come si può scendere da questa altalena? Alcune soluzioni possono essere queste: o si accetta che la vostra storia è proprio questa, che voi avete bisogno di un rapporto turbolento perché vi piace stare sulla graticola (queste persone esistono, purtroppo ne conosco); o si cambia atteggiamento, modificando i fattori di negatività nella coppia che vi portano a lasciarvi ogni volta; o si affronta con maturità la decisione di lasciarsi, consapevoli che non ci si può torturare in eterno a vicenda.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 2k & More!
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Radio Festival
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Hits
 
105 Story
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 HipHop & RnB
 
105 Miami
 
Zoo Radio
 
Radio Bau & Co
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Jovanotti
 

Podcast tutti

Playlist tutte