Ecco perché a volte sarebbe meglio dire di NO

Non riesci a dire di no? Ecco perché è importante e come imparare a farlo

Ecco perché a volte sarebbe meglio dire di NO

Ti invitano a una serata cui non vuoi andare, ti chiedono un favore che non puoi fare, eppure non appena ne parli con l’interessato non riesci a dire no. E così finisci per ritrovarti (o meglio, sentirti) “costretto” a fare cose che non avresti voluto, spesso a discapito, non solo del tuo umore, ma anche dei tuoi impegni. Chi non riesce a dire no infatti, tende a mettere da parte i propri interessi, in favore di quelli altrui.

Perché? Di sicuro interviene il timore di non essere compreso, o di essere giudicato negativamente qualora ti rifiutassi di fare qualcosa che ti è stato chiesto.  

Tutto questo, però, se diviene un comportamento frequente e tipico della tua personalità, può ledere molto alla tua vita, sia in termini di benessere psicologico che in termini pratici, giacché non porti avanti i tuoi compiti per dare la priorità alle necessità degli altri. Ecco perché la capacità di dire no è anche uno strumento per raggiungere il successo.

È molto importante che tu impari a farlo. Pensi di non riuscirci? Tranquillo, esistono delle tecniche che consentono di rifiutarsi pur essendo cortesi, senza ledere la sensibilità altrui.

Cosa fare allora? Innanzitutto devi ridimensionare le tue paure. Spesso infatti il timore di essere mal giudicato dicendo di no, è amplificato rispetto alla reale possibilità che ciò accada, e temi conseguenze che sono sproporzionate rispetto alla realtà. Devi dunque ridimensionarle.

Adotta comportamenti assertivi

Si chiama assertività ed è intesa come la capacità di esporre liberamente la propria opinione o anche le proprie emozioni, senza offendere l’interlocutore. Essere assertivi presuppone la capacità di tutelare i propri interessi e i propri diritti, senza prevaricare l’altro.

Questo comportamento, chiave di successo, può tradursi anche nella necessità di dover dire no, o di dover affermare che non sei d’accordo con quello che l’interlocutore dice e che vuole che si faccia, oppure che non hai la possibilità di svolgere delle cose che farebbero invece comodo all’interlocutore.

Adottare comportamenti assertivi richiede esercizio

Le prime volte che ti rifiuterai potresti sentirti ancora inadeguato rispetto alla situazione nuova che stai sperimentando ma al tempo stesso ti renderai conto dei benefici che trai.

Un trucco? Ce lo suggerisce Jack Canfield, il “coach del successo” americano. Secondo Canfield puoi sottrarti a una richiesta altrui con una risposta che si traduca sostanzialmente nel concetto “non è contro di te, è per me”.  <<Quando ti viene richiesto un impegno eccessivo dagli altri, puoi dire: “Sapete, il mio dire di no a voi non è contro di voi, né contro ciò che state cercando di fare. E’ una causa molto degna, ma di recente mi sono reso conto che ho investito troppe energie in questo. Così, anche se condivido quello che state facendo, ho preso l’impegno di passare più tempo con la mia famiglia. Non è contro di voi; è per noi.>>

Si tratta dunque di capire che le tue necessita non sono meno importanti di quelle degli altri. Per arrivare a tali convinzioni è bene avere una buona autostima di se stessi ma, qualora così non fosse, iniziare ad adottare comportamenti assertivi potrebbe essere al contrario, un ottimo esercizio per allenare la propria autostima.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Miami
 
105 HipHop & RnB
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Zoo Radio
 
105 2k & More!
 
105 Story
 
MUSIC STAR Vasco
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Prince
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Radio Bau & Co
 

Playlist tutte