Le posizioni che aiutano a raggiungere il punto G

Forza, tentar non nuoce!

Le posizioni che aiutano a raggiungere il punto G

Il punto G, quello sconosciuto.

La vostra donna forse non ve lo chiederà mai, ma c’è quella zona che è un’autentica fucina del piacere. Durante il rapporto, l’uomo tende sempre ad “andare fino in fondo”. Questo stimola il normale orgasmo, anche se basterebbe trovare quel famosissimo punto per provocare un piacere molto più intenso.

Andiamo a descrivere, allora, quelle che sono le 7 posizioni che stimolano il punto G:

1) L’AMAZZONE AD ANGOLO RETTO

Lo sappiamo tutti, in questa posizione lei sta sopra. Già questo le permette di stimolare la zona in questione. Lui può aiutare la stimolazione tenendo le gambe leggermente piegate…

2) CON LE DITA

Un’altra tecnica di sicuro effetto è l’uso combinato delle due mani. Nella fattispecie lei è sdraiata sulla schiena e l’uomo ha accesso alle zone erogene, con le dita. Tenete le dita leggermente ricurve e penetrate la vostra partner mentre le stimolate il clitoride con l’altra mano.

3) MISSIONARIO ERETTO

In questa posizione classica, l’uomo sta sulle ginocchia e solleva le gambe della partner, appoggiandole sulle spalle. La stimolazione del punto G si verifica principalmente per rilassatezza. È, infatti, l’uomo a tenere leggermente sollevato il bacino della donna, spingendolo verso di sé.

4) CONTRO IL MURO

In questa modalità siete in piedi. L’uomo penetra la donna da dietro, con i due busti paralleli (o quasi). In questa posizione è importante variare l’angolazione dell’affondo.

L’unico inconveniente è che non ci si può guardare negli occhi, ma potete sostituire con i sussurri…

5) AMAZZONE AL CONTRARIO

Stesso principio della posizione contro il muro. La penetrazione da dietro fa sì che il pene sbatta contro la parte anteriore della vagina, in prossimità della vescica. Se avvertite stranamente lo stimolo di urinare è normale e potete abituare il corpo alla nuova sensazione massaggiando il clitoride.

 6) L’AMAZZONE A PONTE

L’ennesima variante vede la donna sopra l’uomo ma reggendosi sulle braccia. In questo modo, il bacino dondola e la donna può scegliere l’andatura e la potenza dell’affondo. Il punto G non è mai stato così alla portata…

7) IL CUCCHIAINO

Altro tipo di penetrazione da dietro, questa posizione offre il contatto massimo pelle-pelle.

Proprio perché le gambe della donna sono poste una sull’altra, essendo sdraiata su un fianco, la penetrazione non è profonda. Questo favorisce il contatto con la parete anteriore della vagina e il conseguente “orgasmo da punto G”.

Queste le nostre 7 posizioni su questo tipo di stimolazione.

E tu, come raggiungi il punto G?

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Story
 
Zoo Radio
 
105 Hits
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Classics
 
105 Miami
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 2k & More!
 
Radio Bau & Co
 
XMas Radio
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Elisa
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Radio Festival
 
105 InDaKlubb
 

Playlist tutte