Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui brufoli!

Come si formano? Perché sono rossi? Perché ci piace schiacciarli?

Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui brufoli!

A chi piacciono i brufoli? Ovviamente a nessuno! Di sicuro non sono un bel vedere ma ahinoi sono una caratteristica che accomuna molte persone, sin dalla tenera età.

Vi siete mai domandati come inizia la formazione di un brufolo? Il punto di partenza è l’infezione di un punto nero, scientificamente conosciuto come comedone. Successivamente, due batteri della nostra pelle, Propionibacterium acnes e lo Staphylococcus epidermis, entrano nei pori otturati dai punti neri portando all’eruzione dei foruncoli. In seguito, questi batteri attraversano il poro e scendono nel follicolo (una zona del corpo dove ci sono le cellule che fanno crescere i peli).

Il brufolo è nato! Tuttavia, l’infezione richiama tutte le armi di difesa dell’organismo e dai vasi sanguigni accorrono i globuli bianchi e gli anticorpi: sotto la pelle inizia una vera e propria guerra. Infatti, i globuli bianchi producono enzimi che distruggono la membrana esterna dei batteri, mentre gli enzimi distruggono anche la parete delle cellule circostanti che formano il follicolo: per questo motivo quando abbiamo una forma di acne grave e i brufoli sono profondi rimangono le cicatrici. Finita la guerra arrivano i macrofagi dal sangue, che fanno piazza pulita!

Inoltre, il brufolo è rosso perché i nostri capillari si dilatano per aiutare l’arrivo dei “difensori” che hanno il compito di eliminare i batteri.

E il liquido giallo cos’è, allora? Il liquido giallo del brufolo è composto da sebo, acqua, anticorpi e batteri sconfitti. Una volta formato, il liquido esce dal poro e l’infezione finisce.

Comunque, è tutta una questione di ormoni! Si tratta infatti di una reazione a catena che inizia quando siamo adolescenti a causa di ormoni sessuali (gli androgeni) che stimolano le ghiandole sebacee a fare sebo.

Si può ostacolare la formazione dei punti neri? Ebbene, oggi sembra che usando l’acido retinoico i comedoni non dovrebbero formarsi: tale sostanza infatti impedisce alla pelle di ispessirsi in modo eccessivo. Inoltre, se il brufolo è rosso non spremetelo perché il liquido non può uscire in quanto il canale che porta al poro è ancora stretto. Fatelo solo se la puntina è gialla: ciò vuol dire che il sistema immunitario ha fatto la sua parte e il liquido può uscire. Invece, schiacciare i punti neri può essere importante perché va ad evitare l'ostruzione dei pori e quindi la formazione di brufoli.

Ma non finisce qui. Infatti, schiacciare i brufoli provocherebbe un piacere immenso sia dal punto di vista estetico che psicologico: in questo modo si può scaricare l’ansia e lo stress. Tuttavia, per alcune persone può essere anche una patologia: si tratterebbe della dermatillomania, un disturbo mentale che porta ad un desiderio irrefrenabile di schiacciarsi i foruncoli arrivando anche a ferirsi. Pensate che tra l’1% e il 3% della popolazione mondiale avrebbe questa malattia.

Naturalmente, non tutti abbiamo l’acne e ciò dipende dal numero dei recettori per gli ormoni sulle ghiandole sebacee: le persone con pochi recettori avranno la pelle liscia, mentre quelle con tanti recettori avranno qualche foruncolo.

Insomma, a ciascuno i suoi brufoli...



Foto da focus.it

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Hits
 
105 InDaKlubb
 
105 Dance 90
 
105 Classics
 
105 Miami
 
Radio Festival
 
105 Story
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Prince
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Radio Bau & Co
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Ligabue
 

Playlist tutte