Studente di Torino sospeso da scuola: vendeva merendine!

L'intraprendente 17enne aveva messo in piedi un vero mercato di snack a prezzo stracciato. Già sospeso per dieci giorni nel 2015, ci è ricascato.

Studente di Torino sospeso per aver creato a scuola un mercato parallelo delle merendine

All'Itis Pininfarina di Moncalieri, in provincia di Torino, uno studente aveva creato un modello di business piuttosto originale, ma illegale. Il giovane, un intraprendente 17enne, acquistava merendine all'esterno dell'Istituto al prezzo più conveniente e le rivendeva poi ai compagni, quasi oltre 1500 coetanei, a un prezzo inferiore rispetto a quello del bar e dei distributori automatici dell'istituto.  Risultato: il ragazzo è stato scoperto dai professori e sospeso per dieci giorni per cattiva condotta. Il fatto risale allo scorso anno, quando l'alunno del Pininfarina è stato bocciato e ha dovuto ripetere l'anno, anche a causa della sospensione subita.

La lezione, evidentemente, non è servita: il giovane ci è ricascato di nuovo e ora è in attesa della decisione del consiglio di classe. “Questo è un problema di legalità", ha tuonato il preside dell'istituto Stefano Fava, "La scuola, insieme ai saperi, alle conoscenze, alle abilità, deve anche insegnare a questi ragazzi a essere cittadini e dunque a rispettare le leggi. Non vogliamo inibire la sua vena imprenditoriale, ma dobbiamo pensare al benessere e alla salute dei nostri studenti. Non sappiamo da dove provenissero quelle merendine, né se fossero scadute o mal conservate. E se i nostri allievi fossero stati male? A me le famiglie consegnano ragazzi sani e si aspettano che glieli restituisca tali” . 

Lo studente di Moncalieri ora rischia grosso, molto più che una lunga sospensione come lo scorso anno. “Lo avevamo già avvisato", ha aggiunto, "abbiamo anche parlato con la famiglia. Quel tipo di attività, oltre a non essere legale, poteva anche causare problemi di sicurezza alimentare. Evidentemente, però, il ragazzo non si è ancora reso conto che il suo comportamento non va bene”.

Qualcuno ha obiettato che il ragazzo, attratto dal guadagno facile, sarebbe divenuto così intraprendente a causa dei prezzi degli snack distribuiti nel bar della scuola e con i distributori automatici. "Due anni fa abbiamo messo a gara il servizio e il prezzo degli alimenti è rimasto bloccato a quello di sei anni fa", ha risposto il Preside, "Non ci sono stati rincari. Anzi, da noi con quattro euro si mangia un pasto: mi sembra una buona tariffa, se paragonata ad esempio al costo di un pranzo nelle mense scolastiche di Torino”. 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Vasco
 
Radio Festival
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 2k & More!
 
105 Classics
 
105 Miami
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Zucchero
 
Zoo Radio
 
105 Hits
 
105 Story
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Dance 90
 

Playlist tutte