TUTTO NEWS

La pornografia è come la cocaina, lo spiega una ricerca

Più si guardano filmati “hard”, meno si è in grado di provare piacere nella vita reale.

La pornografia è come la cocaina, lo spiega una ricerca

Basta con i porno! Se non vi ritenete soddisfatti delle vostre prestazioni sessuali ed avete difficoltà a sentire piacere nella vita reale, la prima cosa che dovreste fare è quella di smettere immediatamente di guardare i porno. Uno studio recentemente presentato al meeting annuale della American Urological Association, a Boston, ci mette in guardia sui pericoli della pornografia. I motivi del legame tra gli scarsi risultati sessuali ed il porno sono da ricercare innanzitutto nei troppi stimoli che esso offre. Un filmato a luci rosse ci presenta una situazione particolarmente eccitante in cui tutti i nostri desideri si realizzano facilmente e sono alla portata di un semplice click. Abituati a quella “realtà aumentata”, quando poi ci ritroviamo a fare i conti con i rapporti veri, tendiamo a rimanere delusi e la voglia di ricercare un partner diminuisce. Le aspettative si alzano troppo, e diventa difficile soddisfarle adeguatamente. In molti casi il porno si trasformerebbe in una dipendenza paragonabile a quella dalla cocaina o dalle metamfetamine. Internet rende più facile reperire i video a sfondo sessuale, così le conseguenze si aggravano.

La ricerca che ha sollevato la questione ha coinvolto 320 uomini, di età compresa tra i 20 e i 40 anni, che hanno affrontato il problema della disfunzione erettile in una clinica di San Diego. È emerso che grossa parte di coloro che soffrivano di questa difficoltà guardavano anche filmati “hard” con molta frequenza. "Le cause organiche della disfunzione erettile in questa fascia di età sono estremamente basse, così questo fenomeno si deve spiegare in altro modo", "L'uso di pornografia può essere una tessera del puzzle, anche se non l'unica" ha dichiarato il ricercatore Matthew Christman.

A rischio soprattutto gli adolescenti che si creano un'idea di sesso completamente sbagliata. Visto che essi si trovano in una fase di crescita e sviluppo molto importante la possibilità di danni importante è ancora maggiore. In questo caso sta ai genitori essere protagonisti, passando più tempo con i propri figli e monitorando il loro accesso ai contenuti pornografici per salvaguardarli.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Festival
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Story
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Hits
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 HipHop & RnB
 
105 Classics
 
Radio Bau & Co
 
105 InDaKlubb
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Ligabue
 

Podcast tutti

Playlist tutte