tutto news

Ora l’intelligenza artificiale ci dirà anche quando moriremo

L’IA sarà in grado di analizzare gli organi molto meglio di un medico, ipotizzando così l’aspettativa di vita di ognuno.

Ora l’intelligenza artificiale ci dirà anche quando moriremo

Che l’intelligenza artificiale stesse facendo passi da gigante non è una novità, ma da oggi l’IA potrebbe addirittura dirci la data presunta della nostra morte. Gli studiosi dell’Università di Adelaide infatti hanno messo a punto un sistema di intelligenza artificiale in grado di analizzare le Tac dei pazienti e di elaborare i dati in maniera così accurata da riuscire ad indicare, con un tasso di precisione del 69%, se questi moriranno nel giro di cinque anni. “Predire il futuro di un paziente è utile perché può consentire ai medici di personalizzare i trattamenti” ha dichiarato il dottor Luke Oakden-Rayner, radiologo e dottorando, tra gli autori dello studio, “Invece di concentrarsi sulla diagnosi delle malattie singole, questi sistemi permettono di prevedere i risultati medici grazie a grandi volumi di dati” sottolinea.

In altre parole l’analisi medica dell’IA sarà precisa tanto quanto quella di un esame “manuale” di un medico vero e proprio – se non addirittura migliore – in quanto l’algoritmo è in grado di analizzare in autonomia una grande quantità di dati, ipotizzando così in maniera molto approfondita lo stato di salute, e di deterioramento, degli organi interni.

Come si è svolto lo studio? I ricercatori hanno analizzato le Tac di 48 pazienti, concentrandosi sulla ricerca di malattie come l’enfisema e patologie cardiache. L’IA è stata perfezionata per analizzare oltre 16mila immagini in modo da scovare anche l’eventuale minimo segnale dell’insorgere della malattia. “Anche se per questo studio è stato utilizzato solo un piccolo campione di pazienti, la ricerca suggerisce che il computer ha imparato a riconoscere i modi complessi nei quali le malattie si presentano, attraverso le immagini, cosa che agli esperti umani richiede una lunga formazione” ha affermato Oakden-Rayner. “Invece di concentrarsi sulla diagnosi delle malattie, i sistemi automatici sono in grado di prevedere i risultati medici in un modo in cui i dottori non sono addestrati a fare, incorporando grandi volumi di dati” prosegue, “la nostra ricerca apre nuove strade all’uso dell’intelligenza artificiale per l’analisi di immagini mediche, e potrebbe offrire nuove speranze per la diagnosi precoce di malattie gravi, che richiedono interventi medici specifici” conclude il dottorando.

La ricerca è stata pubblicata su Scientific Reports e pone le basi per consentire agli algoritmi dell’IA di effettuare diagnosi generali sulla salute dei pazienti, in modo da trarre informazioni sempre più precise sul tasso di mortalità del paziente.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

XMas Radio
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Prince
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Zoo Radio
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 InDaKlubb
 
Radio Festival
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Story
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Classics
 
105 Hits
 

Playlist tutte