tutto news

La pasta? Si mangia di più al sud!

Secondo un'indagine, la totalità della popolazione del Mezzogiorno mangia pasta in media 4-5 volte a settimana.

Pasta che passione! Nel Sud Italia la mangia il 99%

Che la pasta, per noi italiani, fosse una vera e propria passione e stile di vita niente di nuovo. Una nuova indagine di Aidepi (Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane) però ha svelato un dato molto curioso: nel Sud Italia il 99% dell’intera popolazione mangia pasta, in media 4-5 volte alla settimana.

Nel Mezzogiorno l’amore per la pasta ha radici antichissime, che risalgono addirittura nel Medioevo, e oggi i loro abitanti sembrano non riuscire a fare a meno dell’alimento esportato in tutto il mondo. Nel 2016, solo nel Meridione, la vendita di pasta ha toccato quota 378mila tonnellate, ovvero il 36% del totale. Numeri impressionanti che acquistano valore se vengono paragonati con i consumi di pasta nel Nord Est (dove se ne mangia la metà) o del Centro e del Nord Ovest (due terzi rispetto al Sud). Se analizziamo la media nazionale del consumo di pasta il Sud Italia vince quindi la medaglia d’oro, con 25-26 chili pro-capite all’anno.

Per il 48% dei meridionali, riportando una ricerca di Doxa-Aidepi, la pasta è di gran lunga l’alimento preferito, scelto per ragioni di gusto e salute. La preferita è la pasta secca: il 40% dei pacchi vengono venduti al Sud, mentre nel Nord Ovest si preferisce la pasta fresca.

Guadagnano terreno la pasta integrale, acquistata dal 47% del campione intervistato (tre anni fa era al 14%). “Da noi nel Sud d’Italia la pasta è quella liscia per antonomasia” afferma Giuseppe Di Martino, pastaio di Aidepi e presidente del Consorzio Pasta di Gragnano IGP, “E c’è una ragione ben precisa. Storicamente a Napoli, la pasta rigata veniva prodotta solo per i mercati del Nord. Era venduta dai gragnanesi sul mercato di Roma e chiamata per questo ‘uso Roma’, da cui i famosi rigatoni romani, ottimi per la pajata. Vengono invece indicate ‘uso Bologna’ le farfalle, un formato che riproduce la tradizione emiliana della pasta sfoglia. Stile ‘Napoli’ invece sono ziti e mafaldine insieme a tutte le variazioni di formati lisci” ha spiegato Di Giuseppe.

La ricerca promossa si pone anche l’obiettivo di festeggiare i 50 anni della “legge di purezza sulla pasta”. Come affermano da Aidepi si tratta dell’”unica normativa del genere voluta dai produttori che, fissandone i limiti qualitativi, garantisce alla pasta italiana di essere sempre la migliore al mondo”.

Vogliamo rimettere al centro della pasta la mano del pastaio, ingrediente invisibile e spesso dimenticato nel nostro piatto simbolo” sottolinea Mario Piccialuti, direttore di Aidepi, “Alcuni vogliono far credere che per fare una pasta buona servano solo materie prime eccellenti, ma c’è molto altro. È importante che gli italiani riscoprano la passione, la storia, la ricerca, i test sensoriali e di laboratorio, insomma tutto l’impegno dei produttori dietro una ottima forchettata di pasta” conclude.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 2k & More!
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Miami
 
105 InDaKlubb
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Hits
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Story
 
105 Dance 90
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Radio Festival
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Elisa
 

Podcast tutti

Playlist tutte