Video intervista

Paolo Maldini: "Il rispetto nei miei confronti è qualcosa che mi colpisce ancora"

E' stata una bellissima chiacchierata quella tra il grande ex capitano del Milan, autentica bandiera del club rossonero, e Max Brigante!


In diretta a 105 Mi Casa c'era Paolo Maldini, ex capitano del Milan e leggenda dei rossoneri. L'amico Max Brigante, sognava da molto tempo di portarlo in Radio, ma non aveva mai trovato il coraggio di invitarlo. Questo per la grande riservatezza che da sempre contraddistingue l'ex calciatore. Poi, è bastata una semplice richiesta e l'impossibile si è avverato. "Per gli amici si fa questo ed altro" ha spiegato Maldini prima di iniziare la piacevole chiacchierata di cui è stato protagonista.

Ma come si vive sapendo di essere un'icona dello sport e del calcio? "L'entusiasmo delle persone e il rispetto che mi viene dato anche quando vado a fare due passi per strada, sono cose che ancora mi colpiscono - ha ammesso l'ex calciatore -. A distanza di otto anni dal mio ritiro, ci sono ancora persone che mi chiedono una foto tremando. Sono cose che fanno impressione, perché io ho giocato a calcio, ho fatto una cosa che mi piaceva. Seguivo la mia passione, non era un lavoro. Ma (io e i miei colleghi) siamo stati fonte di ispirazione per molti ragazzi"

D'altronde di fronte ad una leggenda del calcio che ha totalizzato, tra i tantissimi record, il maggior numero di presenze con la maglia del Milan (902 presenze) e alzato ben 26 trofei, è difficile rimanere impassibili, soprattutto per un appassionato e/o tifoso. L'aura della grande bandiera, d'altronde, colpiva anche i colleghi calciatori: "E' bello perché sono cose che ti arrivano col tempo e con un comportamento che deve essere d'esempio per gli altri. Non mi piace mettere in soggezione le persone, ma è anche vero che molto spesso noi (calciatori ed ex ndr), per difenderci dalla fama, mettiamo un po' di distanza tra noi e gli altri, soprattutto in vacanza"

Dopo la lunga parentesi dedicata alla sua carriera, la conversazione si è spostata sull'attualità sportiva e calcistica, in particolare sulla recente finale di Champions League, con la Juventus finita nel mirino delle critiche di molti tifosi, dopo la sconfitta contro il Real Madrid: "Purtroppo la vita degli sportivi è questa - ha spiegato Maldini - se non vinci, non sei nessuno; e se vinci un trofeo due volte di fila, il secondo anno conta meno. Conta l'obbiettivo sempre più grande. Ma per raggiungere questo obbiettivo hai anche grandi avversari, che negli ultimi anni si chiamano Real Madrid e Barcellona. Secondo me la Juventus ha iniziato benissimo la partita. Nel primo tempo hanno giocato meglio del Real. Il problema è che il Real ha una qualità tale, non solamente tecnica, ma anche umana, che a un certo punto della partita fa la differenza. Che venga messo in dubbio il lavoro della Juventus, che undici anni fa era in Serie B. è veramente incredibile. La verità è che si fa fatica ad accettare il risultato sportivo"

Tra gli altri temi toccati, la famiglia, la musica, i grandi ex avversari e gli ex compagni, ma anche le partite indimenticabili, il tutto intervallato dai molti messaggi affettuosi inviati dagli ascoltatori di 105 Mi Casa. 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Miami
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Vasco
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 HipHop & RnB
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 2k & More!
 
105 Story
 
105 Hits
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Radio Festival
 
105 Dance 90
 

Playlist tutte