Video intervista

Pierluigi Pardo a 105 Mi Casa: "'Lo Stretto Necessario' è un libro di dubbio"

Il giornalista sportivo ha presentato il suo primo romanzo, ma anche chiacchierato con Max Brigante di Champions League e Serie A.


Pierluigi Pardo è entrato nel salotto on air di 105 Mi Casa per parlare del suo primo romanzo "Lo Stretto Necessario". E questa volta il calcio non c'entra, o meglio, è presente, ma solamente come cornice della storia narrata. In diretta con Max Brigante, il giornalista, conduttore televisivo e commentatore sportivo di Premium Sport racconta com'è nato questo libro, un progetto sviluppatosi molto spontaneamente nell'arco di quattro anni. Per lui, che non avrebbe mai pensato di finirlo, alla fine è stato una sorta di terapia, che gli ha fatto scoprire il suo lato di narratore. 

L'intervista a 105 Mi Casa parte sulle note di "Completamente" dei Thegiornalisti, band del suo amico Tommaso Paradiso: "È stato in qualche modo ispiratore di questo romanzo - dice Pardo del cantante -. Ero con lui quando mi hanno sfondato il vetro della macchina fregandomi i lap-top in cui avevo salvato l'unica copia delle 100-150 pagine del romanzo. Ad un certo punto mi sono ritrovato a piedi. Non è che volevo proprio volessi fare questo romanzo. L'avevo parcheggiato in un angolo della mia testa. Ho chiamato i ragazzi della casa editrice a cui avevo mandato queste pagine due-tre anni prima chiedendoli se riuscivano a ritrovare l'email che gli avevo inviato e promettendogli che l'avrei finito. E così è andata". 

Come anticipato, il calcio è presente, ma è sullo sfondo: "Ho messo i miei mondi - spiega Pardo -, le cose che conosco un po' di più. C'è il calcio che è la cornice: tutto il romanzo è ambientato nei 40 giorni del Mondiale del 2006. Poi c'è anche il mio mondo precedente, il marketing, settore in cui lavoravo. Il personaggio è un pubblicitario, uno di quelli con cui mi ritrovavo ad avere a che fare". Il protagonista è il 43enne Giulio, milanese, felicemente sposato, con una figlia, e fa un lavoro che in fondo gli piace. "È un personaggio che ha un 'evoluzione durante il racconto. A un certo punto si può anche piangere". 

Nonostante questa vita apparentemente perfetta, Giulio ha dei dubbi, quelli che racchiude il titolo "Lo Stretto Necessario": "Quante volte si va al sabato pomeriggio al centro commerciale oppure si decide di aprire una porta-finestra che comunichi col terrazzo? Alla fine un motivo vero non c'è in tutto questo. È una serie di cose che fai nella vita perché hai il piacere di farle, riempiono altri vuoti. Alla fine, Giulio intraprende un viaggio con questo suo amico in crisi, viaggio che è la parte portante del romanzo. Il suo amico è più in crisi di lui e ciò porta Giulio a cambiare la propria vita a cominciare proprio da questa scorribanda". 

Alla fine questi personaggi vincono come la Nazionale italiana nel 2006? "Vincono, anche se poi continueranno ad inseguire cose contraddittorie - rivela Pardo -. Non è un romanzo con una soluzione, un giallo. È un libro di dubbio, quello che hanno molti quarantenni". 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 2k & More!
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Story
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Vasco
 
Radio Festival
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 Dance 90
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Zucchero
 
105 InDaKlubb
 
105 Miami
 
105 HipHop & RnB
 
Webradio 105 Rap Italia
 

Podcast tutti

Playlist tutte