Video

In esclusiva, i Simple Minds LIVE a 105 Mi Casa

In diretta con Max Brigante, Jim Kerr e Charlie Burchill si sono esibiti sulle note della hit di culto “Don’t You (Forget About Me)” per voce e chitarra.


E’ successo davvero. I microfoni della diretta di 105 Mi Casa e i riflettori di 105.net si sono accesi su due autentiche icone della musica, i leggendari Jim Kerr e Charlie Burchill, in arte Simple Minds, tornati alla ribalta con un album acustico che ha dell’incredibile battezzato “Simple Minds Acoustic”.

Per l’occasione, la band scozzese che ha scritto alcune delle pagine più emozionanti e longeve degli anni Ottanta e Novanta, e che ancora oggi, dopo oltre 35anni di luminosa carriera e più di 60 milioni di dischi venduti in tutto il mondo è ancora, come si dice, in pole position, ci ha regalato tanti ricordi indelebili nella loro memoria, ma anche una live session esclusiva sulle note di uno dei loro più grandi successi, “Don’t You (Forget About Me)”.

La storia dei Simple Minds fa pensare alla storia di due vecchi amici..
“Ci siamo incontrati quando avevamo forse sette anni”, ha detto Charlie Burchill, “Abbiamo giocato a calcio insieme, siamo cresciuti nello stesso quartiere a Glasgow, una città molto industriale, ma una bella città per la musica”

Quando invece avete iniziato a suonare insieme?
“Quando avevamo 12 o 13 anni”, ha spiegato Jim Kerr, “Andavamo a scuola e la mamma di Charlie gli regalò una chitarra acustica. Il fratello maggiore di Charlie aveva tanta musica fantastica che potevamo ascoltare, come David Bowie, Bob Dylan, Neil Young. C’era una grande collezione di dischi che io e Charlie ascoltavamo e che ci ha influenzato”.

Quando avete avuto il vostro più grande litigio, magari per la musica, per una squadra di calcio o per una donna?
“Abbiamo litigato per tutte queste cose!”, ha raccontato Jim, “Scherzi a parte, noi abbiamo sempre avuto ruoli differenti: Charlie la chitarra e la musica, io le parole e la voce, e poi abbiamo condiviso tante passioni, anche il calcio, il grande Glasgow Celtic. Noi siamo cresciuti amando gli stessi libri, gli stessi film e abbiamo entrambi una passione per l’Italia, abbiamo in comune tante cose incredibili, ma anche nella musica, non siamo sempre stati in sintonia.. “

Conoscendo il vostro sound sin dagli anni Ottanta, un disco acustico, senza sintetizzatori, proprio non ce l’aspettavamo. Come è nata l’idea?
“Ci sembrava di essere diventati un po’ noiosi, sempre con lo stesso sound”, ha spiegato Charlie, “Poi in Inghilterra abbiamo fatto una performance radiofonica in radio che ha sortito una grande reazione del pubblico, così abbiamo deciso di fare un disco. Ma il suono è ancora potente, anche perché non abbiamo fatto un disco con due chitarre, sarebbe stato noioso. Il suono è addirittura più grande del solito, pieno di atmosfera”.

Quale band avete amato da giovani che amate ancora adesso?
“Ce ne sono molte”, ha concluso Jim Kerr, “Charlie e io siamo stati molto fortunati perché abbiamo assistito a molti concerti da giovani. Il primo concerto che ha visto Charlie, nel 1973 credo, è dei Led Zeppelin, e poi Alice Cooper, i Roxy Music.. Io ho visto per primi i Genesis con Peter Gabriel, poi David Bowie e poi un gruppo sconosciuto in occasione del primo tour come supporter. Si chiamavano Queen..”

Jim Kerr: “’Simple Minds Acoustic’, il nostro party album”. Sono parole di Mr. Kerr, ben consapevole di non voler etichettare come pretenzioso questo progetto, seppur ambizioso, registrato dal vivo nel luogo che evoca i loro esordi, vale a dire Glasgow, in Scozia. “Le nostre canzoni hanno significato molto per la gente e dovevamo essere cauti”, ha spiegato Jim, “Non potevamo pensare di fare delle semplici versioni acustiche. Dovevamo rispettare le canzoni e trattenere quello che le rendeva uniche fin dall’origine. Non abbiamo voluto fare un album tradizionale, introspettivo ed acustico, bensì un “party album” dei Simple Minds, qualcosa che la gente può suonare mentre si diverte”.

Con 12 canzoni di culto (e tre Bonus Track), incluse ovviamente le mega hit “Dont’You (Forget About Me)” e “Alive and Kicking”, e un unico featuring di KT Tunstall in “Promised You a Miracle”, la band stellare che ha unito a Jim Kerr e Charlie Burchill il bassista Ged Grimes, la corista Sarah Brown, Gordy Goudie alla chitarra acustica e il percussionista Cherisse Osei, ha realizzato un nuovo capolavoro che presto diventerà il fil rouge di una tournée imperdibile.

Acoustic Tour ’17, il ritorno dei Simple Minds in Italia. Decollerà il 21 aprile al Teatro Colosseo di Torino, la nuova tournée nel nostro Paese dei Simple MInds battezzata “Acoustic Tour ’17”, un evento rock che rappresenta molto più della solita autocelebrazione. Preceduti da un live della cantautrice scozzese KT Tunstall, Jim Kerr e soci regaleranno ai loro fedelissimi fan italiani sei concerti acustici nei teatri, il 21 aprile 2017 a Torino, il 22 ad Ancona, il 23 a Roma, il 25 a Bologna, il 26 a Firenze e il 27 agli Arcimboldi di Milano.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Dance 90
 
105 2k & More!
 
105 InDaKlubb
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Classics
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Prince
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Hits
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Zucchero
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 Story
 
Webradio 105 Rap Italia
 

Podcast tutti

Playlist tutte