Samuel Eto'o e la sua lotta contro ogni forma di discriminazione

Il prossimo 23 maggio a San Siro scendono in campo gli Integration Heroes!

Samuel Eto'o e la sua lotta contro ogni forma di discriminazione

Lunedì 23 maggio Samuel Eto’o scenderà sul terreno di San Siro insieme a una selezione di “eroi” per l’Integration Heroes Match, incontro di beneficenza che nasce con lo scopo di rilanciare l’impegno contro ogni forma di discriminazione. L’ex fuoriclasse di Barcellona e Inter e attuale Presidente della Federcalcio Camerunense, sarà l’ambassador ufficiale di uno dei primi incontri al mondo organizzati con lo specifico intento di promuovere l’inclusività e la multiculturalità, sostenuto anche dalla Lega Serie A, da sempre attiva nella promozione dei valori cardine alla base dell’iniziativa.

  

La partita del Meazza sarà l’occasione perfetta per unire sotto la bandiera degli Integration Heroes le istituzioni, i tifosi, i club e anche le scuole calcio, con l’obiettivo di favorire un sistema più equo e libero da ogni tipo di discriminazione.

 

Samuel Eto’o è da anni in prima linea nella lotta contro ogni forma di razzismo e discriminazione. Da giocatore, il camerunense ha avuto la possibilità di fruire di una piattaforma di rilievo, il calcio appunto, per far sentire a gran voce il proprio messaggio al mondo, che si trattasse di interviste o di esultanze particolarmente significative all’interno del rettangolo di gioco. Una volta appesi gli scarpini al chiodo, il suo ruolo istituzionale gli ha permesso di continuare la missione a un livello successivo, quello politico. Ora è giunto il momento di tornare nello stadio che gli ha regalato tanti successi, per ottenere forse quello più importante. Grazie alla Samuel Eto’o Foundation, Samuel ha lanciato progetti in Camerun con il calcio pensato come vero e proprio strumento di apprendimento scolastico, educativo e di sviluppo sociale.

 

Insieme alla Samuel Eto’o Foundation, entrerà nella Scala del Calcio anche la Slums Dunk OdV di Bruno Cerella e Tommaso Marino. L’associazione dei due cestisti, nata per migliorare le condizioni di vita di ragazzi e bambini che abitano le zone socialmente ed economicamente più arretrate del pianeta, ora opera attivamente anche in Italia, con progetti di rigenerazione urbana.

 

Numerosi gli ospiti previsti per l’evento, a cominciare dalla parte musicale, che vedrà in scena Ghali, in qualità di “voce” dell’integrazione, poi Sergio Sylvestre e Jimmy Sax, che regaleranno al pubblico di San Siro un’atmosfera unica ed emozionante. 

 

In campo, però, scenderanno degli assoluti pezzi da novanta. Ci saranno ovviamente alcuni dei compagni del Triplete nerazzurro di Eto’o: Júlio César, Wesley Sneijder e Javier Zanetti. O ancora, grandi campioni come Francesco Totti, Lilian Thuram, Andriy Shevchenko, Paulo Dybala, Andrea Pirlo, Filippo Inzaghi e molti altri. In più la ciliegina sulla torta, uno dei più grandi compagni di squadra, e di vittorie, di Samuel Eto’o: Lionel Messi.

 

Radio 105 sarà radio ufficiale dell’evento!

 

Tutti i partecipanti condividono la missione di voler lottare contro un mondo che, troppo spesso, giustifica le discriminazioni. Scendere in campo, cantare e partecipare all’evento come spettatore, vuol dire far parte della squadra di Integration Heroes assemblata dall’ambassador Samuel Eto’o. Quella del 23 maggio non sarà solo una partita, bensì l’occasione migliore per poter lanciare un messaggio in grado di amplificarsi nel mezzo calcistico ma arrivare oltre il terreno di gioco, per entrare nelle scuole, negli uffici, nelle case di tutto il mondo con lo scopo di educare vecchie e nuove generazioni.

  

Samuel Eto’o, ambassador degli Integration Heroes: «Da tutta la mia vita combatto contro l’ingiustizia e per un mondo più equo. Grazie alla mia fondazione ho potuto toccare con mano che, nonostante gli sforzi, io da solo non posso fare la differenza che vorrei. La mia missione è quella di permettere ai più giovani di esprimersi con il mezzo del calcio come veicolo di solidarietà e uguaglianza, così come è stato per me. Ora, però, sono pronto a scendere in campo e combattere, di nuovo, di fronte al mondo intero. Viviamo in tempi difficili, dilaniati da guerre che sconvolgono soprattutto le vite di giovani ragazzi a cui viene tolta la possibilità di crescere. Il superpotere più grande che possiamo usare è quello del gioco di squadra. E sono fiero di tutti questi “eroi”, di tutti questi amici che hanno raccolto la mia sfida e accettato l’invito».

 

«Siamo felici di poter dare il nostro supporto a questo evento, che rappresenta in modo esemplare quello che lo sport può e deve fare: integrare, includere, educare, formare. Il calcio ha una valenza sociale straordinaria ed è uno strumento di comunicazione formidabile per promuovere valori e principi fondamentali quali il rispetto e l'uguaglianza.
Anche per questo la Lega Serie A ha lanciato la campagna contro ogni forma di discriminazione 'Keep Racism Out' - ha dichiarato il Presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini -. Ringrazio Samuel Eto'o, Bruno Cerella e Tommaso Marino per l'impegno nel diffondere valori che condivido in pieno e tutti gli atleti che interverranno alla partita per il loro contributo a questa causa».

I biglietti possono essere acquistati su vivaticket.com

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su