Music Biz

Fedez incontra Diego, 18enne guarito dal Covid nella terapia intensiva nata con la raccolta fondi dei Ferragnez

Il ragazzo è il primo malato Covid ad aver ricevuto, dopo la malattia, un trapianto di polmoni.

Fedez incontra Diego, 18enne guarito dal Covid nella terapia intensiva nata con la raccolta fondi dei Ferragnez

La raccolta fondi dei Ferragnez per creare un nuovo reparto di terapia intensiva all'Ospedale San Raffaele di Milano era stata un grande successo. E Fedez ha potuto incontrare una delle persone curate proprio in quel nuovo reparto.

Lo ha raccontato lo stesso rapper sul suo profilo Instagram, dove ha postato una foto insieme a Diego, ragazzo di 18 anni che si è ammalato di Covid ed è stato in terapia intensiva al San Raffaele per due mesi. Successivamente, il giovane è stato trasferito al Policlinico, dove ha subito un trapianto di polmoni, il primo in Europa su un soggetto colpito da Coronavirus.

Oggi, fortunatamente Diego sta bene, e Fedez ha immortalato il loro incontro, avvenuto il giorno prima delle sue dimissioni: "Le nostre nostre vite si sono incontrate grazie ad uno di quegli intrecci che solo l’imprevedibilità della vita ci può regalare. In questa storia è come se ci fossimo dentro un po’ tutti noi, questo ragazzo è stato tenuto in vita grazie alla terapia intensiva che abbiamo costruito insieme ed è stato salvato grazie ad un intervento di trapianto di polmoni mai fatto prima in Europa su un paziente COVID."

"Domani verrà finalmente dimesso, gli aspetta un periodo di riabilitazione ma è un ragazzo forte e mi sento di dire che il peggio è passato" continua Fedez, raccontando la storia del 18enne: "Mandategli un sacco di energie positive perché ci siamo promessi che a Settembre andiamo a berci una birra insieme, per brindare alla salute di tutti noi."

E, infine, ha ringraziato tutte le persone che hanno preso parte alla raccolta fondi organizzata insieme alla moglie Chiara Ferragni: "E voglio dirvi grazie dal profondo del mio cuore perché senza di voi tutto questo non sarebbe stato possibile."

Visualizza questo post su Instagram

Le nostre nostre vite si sono incontrate grazie ad uno di quegli intrecci che solo l’imprevedibilità della vita ci può regalare. In questa storia è come se ci fossimo dentro un po’ tutti noi, questo ragazzo è stato tenuto in vita grazie alla terapia intensiva che abbiamo costruito insieme ed è stato salvato grazie ad un intervento di trapianto di polmoni mai fatto prima in Europa su un paziente COVID. Domani verrà finalmente dimesso, gli aspetta un periodo di riabilitazione ma è un ragazzo forte e mi sento di dire che il peggio è passato! Mandategli un sacco di energie positive perché ci siamo promessi che a Settembre andiamo a berci una birra insieme, per brindare alla salute di tutti noi E voglio dirvi grazie dal profondo del mio cuore perché senza di voi tutto questo non sarebbe stato possibile. Federico

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez) in data:

Diego ha compiuto 18 anni a poche settimane dall'esplosione del Coronavirus in Italia. Il giovane, che non soffriva di patologie pregresse, ha iniziato ad accusare i sintomi della malattia lo scorso 2 marzo. Dopo quattro giorni, Diego è stato ricoverato al San Raffaele dove, pochi giorni dopo, è stato intubato, perché i suoi polmoni si erano compromessi irrimediabilmente.

A metà aprile i medici decidono di tentare una via alternativa per salvare Diego: il trapianto di polmoni, mai avvenuto prima in Europa. Ora, fortunatamente, Diego sta bene.

Ascolta la nostra web radio dedicata alle hits!

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su