Music Biz

Justin Bieber con i dread: infiamma la polemica

La nuova acconciatura ha scatenato malumori tra i fan della popstar canadese

Justin Bieber con i dread: infiamma la polemica

Justin Bieber

Il popolo dei social non perdona. Dopo Adele e Rihanna, anche Justin Bieber è stato accusato di appropriazione culturale. A finire nel mirino i dreadlocks sfoggiati su Instagram, che a detta di alcuni puristi sarebbero legati a doppio filo con la cultura afroamericana. "Sono semplicemente i miei capelli, tutto qui", ha replicato la popstar canadese sperando di mettere fine alla polemica.

Nonostante una parte degli afroamericani rivendichi l'esclusività dei dreadlocks, l'acconciatura ha origini antichissime e nel corso della storia si è legata a popoli diversi, con significati e motivazioni diverse. Dagli antichi guerrieri greci, passando per le mummie egizie e i popoli dell'Asia Minore, fino ad arrivare al buddismo e al movimento Rastafari: in tutto il mondo si trovano tracce di questo tipo di acconciatura. Peraltro non è la prima volta che Justin sfoggia i dread. Già nel 2016 li aveva portarti sul palco dei iHeartRadio Music Awards e anche in quell'occasione era stato criticato per la scelta. 

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Justin Bieber (@justinbieber)

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su