Music Biz

Margherita Vicario è una queen ribelle

Esce oggi “Bingo", il nuovo album della cantautrice

Margherita Vicario è una queen ribelle

Margherita Vicario

Oggi esce “Bingo”, il nuovo disco di Margherita Vicario dove si alternano frasi come “Per cinquemila milioni mi tatuo Giorgia Meloni. Faccio un bel family day, ma senza preti e massoni” a “Io il senso di colpa ancora non ce l’ho. Quindi vafammuoc’, dove non lo so”. Scritto tra Roma e Torino dalla stessa cantautrice e attrice, “Bingo” vede alla produzione dell’intero progetto ancora una volta Davide ‘Dade’ Pavanello.

“Sì, lui è un padre, mi ha permesso di passare da essere una cantautrice chitarra e voce a un’artista più completa, che fa molto altro, il primo passo è stata la pubblicazione di ‘Abauè (Morte di un Trap Boy)’ – dice Vicario a Rockol – mi ha sempre riconosciuto un’anima hip hop. La chitarra me l’ha fatta lanciare via dalla finestra. Mi ha detto: ‘tu parli e canti veloce, affronti temi importanti. Sei una rapper’. Io non mi sento una rapper in realtà. Nel disco, infatti, ci sono anche pezzi molto più classici come ‘Come noi’, con pianoforte e archi. Bello fare rime e incastri, ma per fare musica occorre anche saper cantare”.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su