Music Biz

Eurovision, la Francia rinuncia al reclamo contro i Maneskin

Il minstro degli Esteri Jean-Yves Le Drian aveva chiesto la squalifica del gruppo

Eurovision, la Francia rinuncia al reclamo contro i Maneskin

Maneskin

La Francia ha fatto un passo indietro e riconosciuto la vittoria dei Maneskin all'Eurovision 2021. La band era finita sotto attacco poiché il frontman era stato accusato di aver fatto uso di cocaina in diretta televisiva. Il caso si era trasformato in uno scontro diplomatico in cui il ministro degli Esteri d'Oltralpe Jean-Yves Le Drian aveva chiesto la squalifica del gruppo.

A dare la notizia è stata la numero uno della tv pubblica francese, Delphine Ernotte, intervistata dal quotidiano Le Parisien: "La Francia, seconda qualificata all'Eurovision, non ha alcuna intenzione di sporgere un reclamo qualunque sia il risultato del test anti-droga. Il voto è estramemente chiaro in favore dell'Italia. Non ha rubato la sua vittoria ed è questo ciò che conta", ha affermato la Ernotte.

Tutto è partito da una clip in cui si vede la band ripresa mentre è nella "green room". A un certo punto, durante la diretta, il frontman Damiano abbassa la testa sul tavolo e subito dopo Ethan gli dà un colpetto quando si accorge delle telecamere. Il video ha fatto immediatamente il giro dei social e in tanti hanno ipotizzato che il cantante stesse sniffando cocaina. In realtà era tutta colpa di un bicchiere rotto. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su