Music Biz

Franco Battiato: un grande tributo all'Arena di Verona

Saranno tantissimi gli ospiti: il live si terrà il prossimo 21 settembre

Franco Battiato: un grande tributo all'Arena di Verona

Franco Battiato

Il prossimo 21 settembre l'Arena di Verona, come anticipato da Rockol, ospiterà un concerto-tributo a Franco Battiato, tra gli artisti che più di tutti hanno rivoluzionato la canzone italiana con dischi come "L'era del cinghiale bianco", "Patriots", "La voce del padrone", "L'arca di Noè", fino ai lavori degli Anni '90, da "Come un cammello in una grondaia" a "Gommalacca". Senza dimenticare i dischi del periodo cosiddetto sperimentale, quelli che tra il '72 e il '78 lo videro imporsi sulla scena prog-rock: da "Fetus" a "L'Egitto prima delle sabbie".

Il tributo, originariamente pensato per celebrare il quarantennale de "La voce del padrone", l'album che nel 1981 vide Franco Battiato conquistare le classifiche (fu il primo disco italiano a superare il milione di copie vendute: dentro c'erano hit come "Bandiera bianca", "Cuccurucucù" e "Centro di gravità permanente", che fecero dell'artista siciliano un cantautore pop sui generis), si è poi trasformato in seguito alla scomparsa di Battiato in un omaggio più ampio alla sua eredità artistica, che si compone di più di trenta album, successi scritti per altri artisti (da Alice a Giuni Russo, passando per Milva) e pure opere colte.

L'evento è stato organizzato dai più stretti collaboratori del cantautore, il team capitanato da Franz Cattini, manager al suo fianco fino agli ultimi progetti. "Non c'è più nulla nei cassetti. Direi che questo è l'ultimo album di Franco Battiato", disse Cattini in occasione dell'uscita di "Torneremo ancora", il disco del 2019 contenente l'omonimo inedito.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su