Music Biz

Ivana Spagna: "Volevo suicidarmi, mi ha salvato la gatta"

La confessione della cantante in un'intervista: "Mi chiusi nella doccia per tagliarmi le vene".

Ivana Spagna: "Volevo suicidarmi, mi ha salvato la gatta"

Ivana Spagna

Ivana Spagna si è raccontata a Mara Venier nell'ultima puntata di "Domenica In". Lo ha fatto con estrema sincerità, parlando della sua carriera senza nascondere i fantasmi che l'hanno tormentata fra cui un'emorragia che a fine anni novanta le ha fatto perdere un bambino. La cantante parte dagli inizi, quando le dicevano: “Un’italiana che si chiama Spagna e canta in inglese non avrà mai successo”. Il primo a credere in lei fu suo padre, Teodoro: “Non ce la passavamo bene e il massimo che poteva fare era noleggiare un pianoforte per farmi esercitare. Ricordo che amici e compaesani un po’ lo prendevano in giro, dicevano: ‘Spagna, la tua fiòla vuole fare la cantante?’. Dopo pochi anni, lui andava in giro con le mie cartoline e tutti gliele chiedevano”. I successi, ma anche le cadute: quando la madre morì, dice, “sono andata avanti urlando ogni sera ma era sempre peggio, non dormivo più“. 

Poi il passaggio più sofferto dell'intervista: “Egoisticamente, ho pensato che non ce la facevo più. Mi isolai, chiusi con tutti, anche con i parenti e con il mio compagno, perché mi sentivo sola ma non volevo far soffrire anche gli altri. Non volevo vivere più, così andai in bagno e, per non sporcare, mi chiusi nella doccia per tagliarmi le vene. Proprio in quel momento, arrivò la mia gattina, che miagolando mi ha come risvegliato. Pensai: ‘E tu adesso con chi resti?’. Solo in quel momento mi sono resa conto di cosa stessi facendo, la presi in braccio e piansi fino a liberarmi“.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su