Music Biz

Cesare Cremonini, l’omaggio ai Queen su Instagram

Il cantante bolognese ha pubblicato un video della sua cover di “Love of My Life”.

La Queen-mania, scoppiata grazie al grande successo di Bohemian Rhapsody, il biopic sulla storia di Freddie Mercury e la sua band, sta contagiando tanti artisti. Tra questi c’è anche Cesare Cremonini: l’ex cantante dei Lunapop, infatti, ha pubblicato sul suo profilo Instagram un video della sua cover di “Love of My Life”, una delle più celebri canzoni dei Queen contenuta nell’album A Night At The Opera, uscito nel 1975.

Nel lungo post che accompagna il video, il cantante rivela il suo grande amore per la leggendaria band e spiega che la canzone che ha scelto di eseguire per omaggiare i suoi beniamini è stata la prima che ha ascoltato da ragazzino, negli anni ‘90: “Era così passionale, così sospirata. Gli amici a scuola ascoltavano solo i Nirvana. Io mi ero perso dietro e dentro a questa band che offriva champagne al pubblico durante i concerti. Per la gioia di tutti arrivavo a scuola con lo smalto nero e le piume di struzzo attorno al collo!”.

Visualizza questo post su Instagram

La prima canzone dei #Queen che ho imparato all’inizio degli anni novanta. Love of my life. Era così passionale, così sospirata. Gli amici a scuola ascoltavano solo i Nirvana. Io mi ero perso dietro e dentro a questa band che offriva champagne al pubblico durante i concerti. Per la gioia di tutti arrivavo a scuola con lo smalto nero e le piume di struzzo attorno al collo! Pochi mesi dopo, compiuti i 15 anni, scrissi Vorrei, la mia prima canzone. Mercury disse con la voce suadente che usava nelle interviste: “non mi vergogno di cantare l’amore, ha così tante sfumature che possono essere raccontate...” dobbiamo restare legati alla melodia, perché è immortale. Questo Kurt Cobain lo sapeva benissimo. «non posso più imbrogliarvi, non sento più l’effetto dell’urlo della folla, non è come era per Freddie Mercury, a lui la folla lo inebriava, ne ritraeva energia e io l’ho sempre invidiato per questo»

Un post condiviso da cesarecremonini (@cesarecremonini) in data:

Per Cremonini, il frontman dei Queen è stata una grande fonte di ispirazione: “Pochi mesi dopo, compiuti i 15 anni, scrissi Vorrei, la mia prima canzone. Mercury disse con la voce suadente che usava nelle interviste: ‘non mi vergogno di cantare l’amore, ha così tante sfumature che possono essere raccontate...’ha scritto per poi aggiungere un ricordo del leader dei Nirvana - Dobbiamo restare legati alla melodia, perché è immortale. Questo Kurt Cobain lo sapeva benissimo: ‘Non posso più imbrogliarvi, non sento più l’effetto dell’urlo della folla, non è come era per Freddie Mercury, a lui la folla lo inebriava, ne ritraeva energia e io l’ho sempre invidiato per questo’".

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su